Maranello – L’arrivo di James Allison (ex Lotus) lo scorso settembre come direttore tecnico sull’autotelaio, cioè il responsabile della sviluppo della vettura, ha creato il problema di come e dove “sistemare” Pat Fry. In realtà la questione è stata risolta senza creare sovrapposizioni tra i due tecnici, affidando agli stessi mansioni e compiti diversi.
Mentre Allison è il direttore tecnico e come tale si occuperà della progettazione della vettura, di ricerca e sviluppo e dell’intero settore dell’aerodinamica in galleria del vento; Pat Fry si dedicherà ale simulazioni, alla dinamica ed al montaggio delle vetture e sarà il responsabile degli ingegneri di pista. Quindi, se da una parte Allison coordinerà tutte le fasi di progettazione e sviluppo della vettura, dall’altro Fry seguirà tutte le attività in pista.
Una ulteriore novità riguarda Rob Smedley, ingegnere di pista di Felipe massa, che ha deciso di seguire il brasiliano nella sua avventura in Williams. Della monoposto di Kimi Raikkonen si occuperà Antonio Spagnolo, che nella scorsa stagione ha lavorato prima come ingegnere veicoli sta sulla vettura di Alonso e da metà stagione è passato ad altri incarichi. Nessuna novità per quanto riguarda Andrea Stella, confermato come ingegnare di pista di Alonso.