Sakhir – A cinque minuti dalla conclusione della sessione del quarto giorno di test in Bahrein Kimi Raikkonen, dopo 81 giri, ha perso il controllo della Ferrari alla curva 4 e l’ha distrutta sbattendo contro le barriere. Per il finlandese terzo tempo di giornata in 1’36”718, 3”435 più lento di Nico Rosberg, il più veloce con la Mercedes in 1’33”283 (89 giri), e di Jenson Button secondo con la McLaren Mercedes (66 giri) con un ritardo di 1”674 ma davanti ad Iceman per 1”761.
I team lasciano il Bahrein per farvi ritorno il 27 febbraio per un nuovo ciclo di test che si protrarranno fino all’1 marzo. Anche nell’ultima giornata meglio i motori Mercedes, benino i Ferrari, male i Renault.
Il quarto posto lo ha conquistato Felipe Nasr con la Williams Mercedes, 87 giri e distacco di 4”286. Il quinto Pastor Maldonado con la Lotus Renault (59 giri) a 5”424. Sesto Sergio Pérez con la Force India Mercedes (19 giri) a 5”975.
La Red Bull ha continuato a girare con Daniel Ricciardo. L’australiano ha chiuso la giornata col settimo crono e soli 15 giri fatti, distacco 6”590.Ottavo Jean-Eric Vergne con la Toro Rosso Renault, 19 giri e distacco di 7”189. Ottava e nona altre due monoposto con motore Renault, le Caterham di Kamui Kobayashi eMarcus Ercsson rispettivamente con 15 e 4 giri e distacchi di 9”744 e 11”766. Con 7 giri 11ma la Sauber Ferrari di Adrian Sutil e 12ma con 5 giri la Marussia Ferrari di Julies Bianchi, entrambi senza tempo.
Rosberg ha abbassato il tempo fatto ieri dal compagno di squadra Lewis Hamilton di quasi un secondo a dimostrazione che almeno in questa fase il motore Mercedes PU106A Hybrid è il più performante ed affidabile.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.