Grenoble – Sabine Kehm, portavoce della famiglia Schumacher: <<Michael si trova ancora nella fase di risveglio. La situazione non è cambiata. Ogni informazione medica pubblicata che non sia confermata dalla staff dei dottori che stanno seguendo Michael o dal sua staff, è da considerarsi non valida>>.
L'ennesima precisazione ufficiale a fronte di notizie neanche ufficiose. Le indiscrezioni pubblicate dalla Gazzetta dello Sport, secondo cui il tedesco <<respirerebbe da solo e ascolterebbe voci amiche>> sono state quindi puntualmente smentite.
Sono passati oltre due mesi dal tragico incidente sulle nevi di Meribel e la situazione non è cambiata. Michael Schumacher continua ad essere in coma. Gli specialisti di Grenoble le stanno tentando tutte ma i risultati neppure minimi non arrivano.