Mateschitz (Red Bull), un momentaccio ma spera

Mateschitz (Red Bull), un momentaccio ma spera

Vienna – <<Il nostro dominio è finito>>. Amarezza e consapevolezza. Il patron della Red Bull Dietrich Mateschitz prende atto che i test hanno mostrato una monoposto in ginocchio e fa buon viso a cattivo gioco. <<Faccio affidamento su Vettel. Sebastian ha avuto una vettura vincente in quattro anni e mezzo dei suoi cinque alla Red Bull. Non credo che avrà problemi a far fronte alla situazione attuale. Lui, come tutta la squadra, accetterà la sfida>>. E poi un po' di filosofia spicciola: <<Ci sono due cuori che battono nel petto. Come fan di Formula Uno, sono contento che il mondiale si annunci più eccitante ed equilibrato. Come proprietario di un team di Formula Uno, devo accettare queste nuove regole e vincere questa nuova sfida>>.
La Red Bull ha lottato con i problemi del propulsore turbo Renault e con le questioni di raffreddamento dell'auto durante il periodo di test prestagionali e il team principal Christian Horner ha escluso la possibilità di vittoria nella gara di apertura in Australia.
A Londra Jenson Button dice che sarà <<una cosa positiva per lo sport se in questa stagione il dominio della Red Bull sulla Formula 1 giungerà al termine dopo che negli ultimi quattro anni ha vinto i mondiali piloti e costruttori. Non credo che una Red Bull sarà in prima fila, il che è una cosa positiva per lo sport. E' triste dire una cosa del genere, ma sono stati troppo dominanti>>.
Per l'imminente stagione? <<Sono entusiasta. Dal punto di vista dei piloti la guida delle vetture di F1 non è così divertente come lo era sei anni fa, ma si impara ad adattarsi e si sta ancora correndo contro i migliori piloti del mondo. Sarà emozionante per lo sport vedere una squadra come la Williams tornare a lottare là davanti. La gente lo amerà e vedrete che ci saranno squadre diverse in testa in gare diverse. Penso che sarà un anno entusiasmante per i tifosi e senza di loro non potremo correre>>.

NO COMMENTS

Leave a Reply