Sepang – Non c'è stata la pioggia ma ci dicono di non… preoccuparci che arriverà. Non c'è stata la Lotus ancora nel tunnel della crisi con Romain Grosjean e Pastor Maldonado malinconicamente inattivi al box, c'è stata a conferma del suo attuale stato di grazia la Mercedes. Lewis Hamilton a conclusione di 19 giri ha concluso le libere 1 al primo posto col tempo di 1'40"843 e Nico Rosberg (stesso numero di giri) ha preso il terzo posto a 337 millesimi. La Ferrari c'è e lo ha dimostrato col secondo posto di di Kimi Raikkonen (20 giri) che  nel primo podio del week end malese ha occupato il secondo posto a 152 millesimi da Hamilton.
Anche in questa prima occasione le monopostoi con unit power Mercedes hanno monopolizzato la top ten. Quarto e quinto, infatti, Jenson Button e Kevin Magnussen, rispettivamente con 420 e 583 millesimi di ritardo; ottavo Nico Hulkenberg con la Force India a 951 millesimi; nono Felipe Massa e decimo Valtteri Bottas entrambi con una Williams rispettivamente a 951 millesimi e 1"139.
La Red Bull Renault ha concluso la mattinata con Sebastian Vettel al settimo posto con 832 millesimi di ritardo e con Daniel Ricciardo al 12mo con 1"426, Per completare la classifica della top ten c'è stato Jean-Eric Vergne sesto a 711 millesimi.

CLASSIFICA E TEMPI DELLE LIBERE 1
1 Hamilton  Mercedes 1'40"691 
2 Räikkönen  Ferrari 1'40"843 
3 Rosberg  Mercedes 1'41"028 
4 Button  McLaren 1'41"111 
5 Magnussen  McLaren 1'41"274 
6 Vergne  Toro Rosso 1'41"402 
7 Vettel  Red Bull 1'41"523 
8 Hülkenberg  Force India 1'41"642 
9 Massa  Williams 1'41"686 
10 Bottas  Williams 1'41"830 
11 Alonso  Ferrari 1'41"923 
12 Ricciardo  Red Bull 1'42"117 
13 Sutil  Sauber 1'42"365 
14 Kvyat  Toro Rosso 1'42"869 
15 Gutiérrez  Sauber 1'42"904 
16 Bianchi  Marussia 1'43"825 
17 Ericsson  Caterham 1'45"775 
18 Chilton  Marussia 1'46"911 
19 Kobayashi  Caterham 1'51"180 
20 Perez  Force India – 
21 Maldonado  Lotus – 
22 Grosjean  Lotus  –

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.