GP MALESIA. Hamilton cantando sotto la pioggia

GP MALESIA. Hamilton cantando sotto la pioggia

0 7

Sepang – Cantando sotto la pioggia (inizio delle qualifiche ritardato di 50 minuti). E' il canto di vittoria di Lewis Hamilton, ancora in pole come in Australia. Un canto di gioia per avere sommato con quella di oggi pomeriggio 33 pole in carriera, una in più del leggendario Nigel Mansell, lo stesso bottino dei mitici Alain Prost e Jim Clark. Al canto di gioia del pilota della Mercedes si è unito quello di Sebastian Vettel al volante di una Red Bull che, col diffusometro di benzina della Fia (in attesa del giudizio d'appello del 14 aprile per la squalifica di Ricciardo), vale quanto la monoposto di Stoccarda. La monoposto col motore Renault seconda per il nulla di 55 millesimi. Mercedes contro Red Bull domani sull'asciutto, così annunciano gli esperti. Sarà subito duello all'arma bianca.
Accoppiata Mercedes-Ferrari in seconda fila nella quale trovano posto Nico Rosberg, terzo a 617 millesimi dal compagno di squadra, e Fernando Alonso, quarto con 744 millesimi di ritardo, rimesso in pista nel tempo record di 4 minuti nel corso della Q2 quando la Rossa dello spagnolo è entrata in rotta di collisione con la Toro Rosso di Kvyat  ed ha riportato danni all'avantreno (rottura del braccetto sinistro dello sterzo).
La Ferrari occupa anche la terza fila con Kimi Raikkonen, sesto a 1"787, accanto alla Red Bull di Daniel Ricciardo, quinto a 1"110. Quarta fila per la Force India Mercedes di Nico Hulkenberg, esaltato dalla pioggia e capace di inserirsi al settimo posto con 2"281 di distacco, e per la McLaren Mercedes di Kevin Magnussen, ottavo a 2"782. In quinta fila la Toro Rosso Renault di Jean-Eric Vergne, nono a 3"647, e l'altra McLaren Mercedes di Jenson Button, decimo a 4"622, penalizzato dalla scelta dissennata di usare, a differenza di tutti gli altri con le gomme da bagnato estremo, la copertura media.
L'arrembaggio riuscito di Hulkenberg e Vergne ha portato all'affondamento delle due  Williams Mercedes e dell'unica Lotus Renault sopravvissuta alla Q1. Felipe Massa 13mo, Valtteri Bottas 15mo, Romain Grosjean 16. La Lotus ha "lasciato" di Q1 Pastor Maldonado, 17mo.
Due gli episodi sotto investigazione. Il primo: contatto in curva tra Alonso e Kvyat che tentava di superare all'interno. I commissari non hanno ritenuto di dovere intervenire. Il secondo: Bottas ostacolo Ricciardo sul rettilineo. I commissari  sono intervenuti penalizzando di tre posizioni il finlandese.

NO COMMENTS

Leave a Reply