Spa-Francorchamps – Libere 2: non è cambiato nulla. In prima fila le due Mercedes. E' cambiato solo il titolare della virtuale pole position, stamane Nico Rosberg oggi pomeriggio Lewis Hamilton col giro più veloce di venerdì in 149"189 e Nico secondo  a 604 millesimi. La Ferrari double face ancora terza con Fernando Alonso nel range di 1'49" come le due Mercedes ma con distacco aumentato rispetto a stamane a 741 millesimi, ma ancora in sofferenza con kimi Raikkonen il quale dopo i problemi all'impianto dei freni ed al sistema di raffreddamento è stato bloccato da un guasto alla unit power che l'ha tenuto al box inattivo fino a 17 minuti dalla conclusione. Per lui 17 giri inutili sia dal punto di vista della simulazione qualifica sia della simulazione gara.
Ha saltato completamente le libere 2 Sebastian Vettel. Stamane il quattro volte campione del mondo aveva concluso la sessione con un problema alla scarico dela sua Red Bull ma quando i meccanici hanno messo mano al guasto si sono resi conto che si trattava di ben altro. Un problema alla unit power che ha consigliato un intervento più in profondità che ha costretto all'inattività Vettel. La Red Bull ha dovuto affidare i riscontri della seconda sessione solo alla monoposto di Daniel Ricciardo che ha concluso la simulazione qualifica con l'ottavo posto a 1"788 dalla McLaren di Hamilton e con un passo mgara che non invita all'ottimismo.
Quarto posto per la Williams di Felipe Massa che ha aperto la lista del piloti nel tempo di 1'50", chiusa da Daniel Ricciardo. Il brasiliano ha preso 1"138 da Hamilton. Quinta la sorprendente McLaren di Jenson Button a 1"470, sesta la Williams di Valtteri- Bottas a 1"488, settima la Toro Rosso di Daniil Kvyat a 1"536.
Nono Kevin Magnussen con la McLaren a 1"885 e decimo Nico Hulkenberg con la Force India a 1"888.
Domani è prevista pioggia, soprattutto nella finestra delle qualifiche. Il lavoro di oggi vale solo per oggi. Domani è un altro giorno si vedrà.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.