Londra – Un altro nome segnalato come possibile sostituto in caso di cambi ai vertice della Fia, è quello di Gerhard Berger, co-proprietario della Toro Rosso e ex pilota. A rivelarlo sono stati i due corripondenti del The Times, Edward Gorman e Kevin Eason. Nell’articolo si legge che l’austriaco <<sarebbe visto come un’opzione più popolare rispetto al favorito Jean Todt>>.
Intanto Mosley si è detto “totalmente rilassato” a meno di una settimana dal voto di fiducia del senato della Fia a Parigi che deciderà il suo futuro al vertice della Federazione dopo lo scandalo sessuale a sfondo razzista che l’ha travolto nei mesi scorsi.
<<Se vogliono resterò e terminerò il mio mandato fino all’autunno del 2009 – ha dichiarato il presidente della Fia che, comunque, ha fatto causa martedì a Parigi al tabloid britannico che ha diffuso il video che lo mostra in un’esibizione sadomasochista. Questa azione mira il redattore capo, uno dei giornalisti di News of the World ed il gruppo News Group Newspapers Limited, editore del giornale. L’avvocato di Mosley, Philippe Ouakrat ha affermato che si tratta di violazione della vita privata e di diffamazione.
Secondo l’avvocato la giustizia francese è competente perché alcuni esemplari del giornale sono stati distribuiti in Francia, dove era possibile visionare il video su internet. Il 29 Aprile a Parigi, il giudice aveva chiesto a News Group Newspapers Ltd di ritirare tutti gli esemplari cartacei disponibili in Francia del giornale domenicale nei quali apparivano delle foto tratte da questo video. 
Il giudice ha inoltre vietato al giornale di trasmettere o di lasciar trasmettere in Francia, di distribuire o lasciar distribuire in Francia degli estratti visivi o sonori di questo video.
Il giudice si è dichiarato non competente alla domanda da parte di Mosley di vietare l’accesso al video su internet, lasciando questo compito alla giustizia britannica. Il magistrato aveva stimato che queste immagini riguardano la sfera intima e sessuale di adulti consenzienti e che la loro divulgazione rappresenta non solo una violazione della vita privata, ma è anche suscettibile di costituire un delitto.  (ore 13:00)