Hinwill – 11 Luglio 2007, Montreal, Gran Premio del Canada, 33.mo giro. Una Bmw-Sauber improvvisamente si imbizzarrisce, si schianta contro le barriere a 280 Km/h e dopo aver perso aderenza rimbalza attraverso la pista per schiantarsi ancora contro il guard-rail dalla parte opposta. Si tratta della vettura del polacco Robert Kubica che rimane completamente distrutta, ma la cellula di protezione ha tenuto. Nelle prime immagini dei soccorsi il pilota era immobile.
Dopo i primi momentini terrore, però, si apprende che il pilota è sano e salvo.
Immagini che solo a ricordarle provocano un brivido lungo la schiena, al meno ai comuni mortaeli, dal momento che proprio il protagonista della vicenda ha dichiarato di non avere alcun timore nel dovere ritornare a correre (l’8 Giugno prossimo, ndr) proprio su quel tracciato.
<<Non ci sarà nulla di particolare da fronteggiare e poi il Canada è una delle mie piste favorite – ha detto il polacco – Naturalmente tutti sanno cosa è successo nel 2007, ma è già da un anno che ho ripreso a guidare una vettura di Formula 1, senza tornare con il pensiero su questa faccenda. Negli sport motoristici i rischi sono alti, ma non ho sensazioni negative andando in Canada. Ci andrò come faccio per qualsiasi altro Gran Premio>>. (ore 9:15)