Parigi – La Renault F1 ha presentato nella sede della direzione della comunicazione Renault, situata a Boulogne Billancourt (Parigi) la nuova R28 ed i suoi piloti.
Presenti alla cerimonia di presentazione anche Carlos Ghosn, presidente della Renault, oltre che, ovviamente, il team al completo ed una nutrita schiera composta da oltre 500 giornalisti internazionali ed invitati, tra i quali il direttore del consiglio esecutivo di ING, Michel Tilmant.
L’obiettivo perseguito dai tecnici con la nuova vettura è stato di estrarre il massimo dalle gomme Bridgestone che tutti i team utilizzano dal 2007. Per questo la Renault ha rivisto la ripartizione delle masse e ha adottato un nuovo concetto aerodinamico.
Bob Bell, direttore tecnico, ha affermato che la R28 è senza dubbio la vettura meno evolutiva rispetto alle precedenti. “Il 2007 è stato un anno molto deludente rispetto ai nostri soliti standard. Per il 2008 ci sono grandi attese dentro e fuori la squadra ed è nostro dovere dare ai piloti una macchina competitiva. Abbiamo voltato pagina dopo i problemi incontrati l’anno scorso affrontando questa stagione con uno sguardo nuovo. Il team ha lavorato duramente in tutti i settori con un’attenzione particolare all’aerodinamica. L’anteriore della vettura è stato lavorato con una nuova sospensione ed un nuovo alettone. Anche il treno posteriore – ha aggiunto Bell – è stato rivisto senza comunque trascurare le basi. La vettura è stata affidabile nei primi test e abbiamo realizzato progressi incoraggianti in termini di prestazioni la scorsa settimana. Siamo pienamente fiduciosi, i risultati che abbiamo visto in galleria si ritroveranno in pista”.
La vettura sarà spinta come la R27 dal motore V8 RS27 che resta lo stesso blocco dell’anno scorso considerati i regolamenti in vigore. I motori ausiliari devono essere omologati entro la prima prova stagionale, ma la squadra ha già sopportato una grande mole di lavoro per adattarsi alle esigenze della centralina Secu.
“Speriamo che la squadra torni alla posizione che le spetta, gli avamposti. E’ l’obiettivo che il team si è fissato con questa nuova macchina. Tutti hanno lavorato duramente sul piano tecnico per superare i problemi che abbiamo incontrato l’anno scorso. Per quanto riguarda i piloti il ritorno di Fernando è particolarmente emozionante – ha dichiarato Bernard Rey, presidente del team Renault F1 – Quindi siamo ottimisti. La F1 è uno strumento potente per espandere la notorietà della marca su mercati non tradizionali e le vendite della Renault fuori dall’Europa dell’ovest sono aumentate del 16,5% nel 2007. Il nostro statuto di squadra di punta – ha aggiunto Rey – dimostra che la Renault può sviluppare dei veicoli competitivi, affidabili e di alta tecnologia. La F1 è quindi un investimento pertinente e redditizio per la Renault”. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply