Maranello – Kimi Raikkonen “se ne infischia” delle critiche e si proietta già con la mente al prossimo Gran Premio (a Valencia, ndr.) con la voglia di riscatto che gli si legge negli occhi.
<<Stiamo correndo da sei mesi ed è bello rilassarsi per un po’, ricaricarsi e tornare a lottare di nuovo tra due settimane – ha detto il campione del mondo della Ferrari – La nostra posizione in campionato non è così male. Ovviamente dobbiamo migliorare, e lo faremo. Questo è il nostro obiettivo. Il weekend in Ungheria è stato deludente per me. Ma, dopo tutto, il risultato è stato abbastanza buono. Ci siamo avvicinati alla testa della classifica, non si poteva fare meglio. Non posso negare che le ultime gare non sono andate come avrei voluto. Ogni volta è accaduto qualcosa di strano. Non sono riuscito a trovare il miglior assetto della macchina. Abbiamo provato a migliorare l’assetto ma non ha funzionato. L’obiettivo principale ora è risolvere le cose per la prossima gara di Valencia. Le qualifiche in Ungheria ci hanno di nuovo fatto male. Sono state il momento decisivo, in negativo, anche a Budapest. È chiaro che non si può vincere il campionato partendo ogni volta dalla sesta posizione – ha chiarito facendo un po’ di autocritica – Puoi essere un secondo più veloce degli altri, ma se parti dalla sesta posizione a Hockenheim o all’Hungaroring non puoi sfruttare la velocità che hai. Felipe ha fatto davvero un’ottima gara – ha aggiunto Kimi –
abbiamo mostrato il nostro vero potenziale. Sfortunatamente si è dovuto fermare quasi alla fine. Questa è la parte più dura delle gare. Anche a me è successo un paio di volte di dovermi fermare per problemi meccanici quando ero in testa e stavo controllando la gara. Abbiamo la macchina migliore e tante carte da giocarci. Valencia? Mi è sempre piaciuto molto andare in nuovi posti. Fin da quando ero piccolo e correvo con i kart, imparavo molto in fretta i nuovi tracciati. In Ungheria faceva molto caldo e lo stesso sarà a Valencia. Come abbiamo visto domenica – ha concluso – le alte temperature si addicono alla nostra macchina>>. (ore 16:10)