Jerez de la Frontera – Nella terza giornata di prove sul circuito di Jerez, ultima sessione di test della stagione, visto che tra pochi giorni si vola a Singapore (dove si corre il 28 settembre, a cui seguiranno altre tre trasferte in Giappone, Cina e Brasile) è stato Sebastian Vettel (soprannominato “wonder boy” dall’ex compagno di team, Liuzzi) a realizzare il miglior tempo girando con la squadra in cui gareggerà nel 2009, cioè la Red Bull, fermando il cronometro sull’1’18”001.
Dopo pranzo però una forte pioggia ha ostacolato il proseguimento delle prove. La lista dei tempi ha visto stabilire il secondo crono da Nick Heidfeld (staccato di 166 millesimi da Vettel), che si è dedicato alla messa a punto della sua Bmw, e terzo tempo per il collaudatore della Renault, il brasiliano Lucas Di Grassi (in odore di promozione per il 2009), quarto lo spagnolo Pedro de la Rosa, collaudatore McLaren. Al mattino il collaudatore della Toyota, Kamui Kobayashi, si è dovuto fermare per un problema idraulico e domani sarà sostituito dal titolare Timo Glock. Sono scesi in pista anche Wurz, collaudatore Honda, Sato, possibile futuro pilota della Toro Rosso (in sostituzione di Vettel) e il giapponese Nakajima. Intanto la Ferrari ha proseguito le prove in solitario al Mugello con in pista Kimi Raikkonen, che  ha percorso 79 giri, ottenendo un miglior tempo di 1’21”079. Domani Felipe si trasferirà al Mugello e chiuderà la sessione di test del Cavallino.
Questi i tempi di ieri a Jerez:
1. Vettel (Ger, Red Bull) 1’18”001
2. Heidfeld (Ger, Bmw) 1’18”167
3. Di Grassi (Bra, Renault) 1’18”999
4. De la Rosa (Spa, McLaren) 1’19”281
5. Wurz (Aut, Honda) 1’19”499 
6. Sato (Jap, Toro Rosso) 1’19”574
7. Kobayashi (Jap, Toyota) 1’19”863 
8. Nakajima (Jap, Williams) 1’21”892 . (ore 10:09)