Woking – Parla il papà di Lewis Hamilton, che orgoglioso del successo del figlio può lascirsi andare e dichiarare:<<Ho pensato seriamente di far uscire Lewis da quest’ambiente: troppi insulti senza senso. Cominciavo a pensare ce non fosse il posto giusto per noi – ha dichiarato alla stampa britannica – Noi siamo persone per bene e come padre sento di avere delle responsabilità. Abbiamo dovuto subire tanti insulti non solo nelle ultime settimane ma anche nei mesi precedenti. Se a qualcuno non andiamo bene, mi dispiace per loro, e spero che Dio li perdoni>>.
Lo scorso febbraio Hamilton aveva subito attacchi razzisti da parte di tifosi di Fernando Alonso, che non paghi nei giorni immediatamente precedenti il G.P. su un sito internet spagnolo continuavo ad insultare Hamilton pesantemente portando alla chiusura del sito stesso.
Alla vigilia della gara brasiliana, poi, durante un incontro con gli sponsor, al campione anglo-caraibico è stato tirato addosso un “gatto nero” giocattolo, che in Brasile e altri paesi latini è sinonimo di cattiva sorte.
Ma evidentemente questo non è servito a turbare Hamilton che, forse, è uscito ancora più motivato da questa serie di spiacevoli episodi e adesso, può legittimamente festeggiare il suo primo titolo affermando:<<Il mio obiettivo è di vincere tre mondiali, così Dennis dovrà pagare una scommessa. Mi ha promesso in regalo una super macchina (McLaren F1LM stradale) se centro la tripletta>>. (ore 13:07)