Scarperia – Si lascia andare all’ironia Luca di Montezemolo, alla conferenza stampa che ha chiuso, insieme con le Finali Mondiali Ferrari al circuito del Mugello, la stagione di F1, come tradizione.
All’arrivo di Kimi Raikkone, infatti, il presidente della Ferrari ha detto: <<Sei proprio tu, il Kimi vero, quello in carne ed ossa? Oppure un tuo amico, un sosia, quello che negli ultimi gran premi correva per la Ferrari? Perchè secondo me, Kimi, eri un po’ stanco e hai fatto correre un amico per un po’ – tornando serio, poi Montezemolo ha aggiunto – Non scherziamo. Kimi è stato campione del mondo fino all’ultima gara di quest’anno. Ha contribuito a due mondiali costruttori. I suoi punti sono stati fondamentali. Con tutto il rispetto per Lewis Hamilton, uno capace di sfiorare un titolo il primo anno di F1 e di vincerlo al secondo e dunque un fuoriclasse, io sono contento dei miei piloti, la coppia migliore del mondo>>.
Poi il numero uno delle Rosse ha rivelato un retroscena che non ci si sarebbe aspettati:<<Ho rotto il televisore quando ho capito che Lewis Hamilton aveva vinto all’ultima curva. Poichè – ha spiegato – quando una tv si rompe fa un botto tremendo, mia figlia che era nell’altra stanza, ha preso un gran spavento. Per fortuna che avevamo un’altro televisore acceso e così ho potuto assistere alla cerimonia del podio e mi ha fatto piacere. I miracoli, quando ci si riesce, di solito accadono una volta sola. Lo dico perché quello dell’anno scorso è stato un miracolo. Di solito ripeterli è impossibile. Eppure in Brasile, con Massa, stavamo per essere miracolati ancora. Io credo – ha aggiunto – che nella storia della F1 non si sia mai visto un mondiale deciso all’ultima curva dell’ultimo giro dell’ultimo Gp. E che non si sia mai visto nella storia un pilota che taglia il traguardo da campione del mondo e dopo pochi secondi non esserlo più>>. (ore 15:19)