Londra – In un’intervista al quotidiano inglese “Herald Tirbune” Michael Schumacher ha rivelato: <<Ho avuto la possibilità di svolgere il ruolo di Jean Todt, di diventare il direttore della gestione sportiva della Ferrari, ma ho preferito di no. Quando ho visto con quanta passione e impegno si dedicava al suo lavoro, simile a quella che mettevo io nel mio, ma passando giorno e notte a Maranello, anche i week-end, mi sono chiesto: Ho veramente bisogno di questo? Assolutamente no è stata la risposta. Preferisco – ha detto il sette volte iridato – essere libero e vedere qual è la prossima cosa che voglio fare nella mia vita. Sono libero ora, e posso scegliere cosa fare. Ho una bella famiglia e una bella casa. Quando correvo c’era grande sinergia con Ross Brawn e Jean Todt – ha detto ancora l’ex pilota – Parlavamo, ci confrontavamo e poi si portava avanti un’idea. Le cose funzionano così anche adesso. Sono sicuro che prima o poi qualcosa verrà fuori – ha concluso – e farà scattare in me la passione. Ho bisogno della passione, non riesco a stare seduto dietro una scrivania>>. (ore 15:36)

NO COMMENTS

Leave a Reply