Woking – In un’intervista rilasciata al magazine Autosport, Ron Dennis, patron della McLaren Mercedes, ha messo a confronto Ayrton Senna, che con lui ha lavorato dal 1988 al 1993, e Lewis Hamilton.
«Con Ayrton – ha detto Dennis – ti chiedevi: “Quando sparisce?”. Amava spesso tornare in Brasile ed a volte ci trovavamo a fare delle telefonate infinite perché il suo pensiero costante era quello di come migliorare le cose. Faceva una lista di quello che non andava e cercava di trovare una soluzione. Era molto meticoloso. Con Lewis le cose sono diverse. Passa settimane negli uffici dell’azienda. Passa tante ore al simulatore. E così non ho bisogno di passarci tanto tempo al telefono: capiterà una paio di volte al mese, non di più. Il nostro rapporto è molto diverso.Ayrton era ossessionato dalla F1 – ha continuato Dennis – talvolta a scapito della sua vita privata. Praticamente non aveva altri interessi, a parte i modellini degli aerei. E anche qui, Lewis è diverso: ha tante altre passioni, come la musica. Poi passa tanto tempo con suo fratello o a guidare delle macchine radiocomandate. Gli piace rilassarsi». (ore 15:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply