Modena – Contrariamente a quanto lasciato intendere in un primo momento, pare che nelle perquisizioni effettuate nelle abitazioni e negli uffici dei vertici della McLaren siano stati rinvenuti elementi utili per provare il coinvolgimento del management del team di Woking nella spy-story.
In un comunicato diffuso dalle autorità si legge, infatti, che “sono stati raccolti elementi dai quali emergono chiaramente le implicazioni dei responsabili e di alcuni tecnici di alto livello della McLaren”.
Si è inoltre appreso che gli inquirenti avrebbero sequestrato copie di diversi hard disk e caselle di posta elettronica dei manager senior della McLaren, inclusi Ron Dennis e Martin Whitmarsh. (ore 12:00)