A volte ritornano. Dipende anche dai “capricci” di Bernie Ecclestone. Il Gran Premio del Canada, escluso quest’anno per motivi economici rientrerà nel calendario della F.1. <<Nel 2010 torneremo in Canada – ha detto Ecclstone – So che tutto il mondo della Formula 1 ama questo Gran Premio>>. Il  calendario 2010 sarà simile a quello di questa stagione, forse con una tappa in Corea del Sud ma nessuna gara in India. Non è in programma un ritorno negli Usa. Gare ancora 17? Diciotto o anche di più? Ce lo dirà Ecclestone tra qualche mese.
Felipe Massa è rientrato a casa. Il jet privato con a bordo il pilota della Ferrari è atterrato nel pomeriggio a San Paolo. Dallo scalo, Massa è stato subito portato in un ospedale della città, da dove uscirà con ogni probabilità domani. <<Devo riprendermi, avremo molto tempo per parlare più avanti>>, si è limitato a dire Massa appena giunto all’ospedale Albert Einstein.
Il cui sostituto, Michael Schumacher, ha già perso tre chili ma il collo continua a dargli noia. Schumi, comunque, è soddisfatto della sua preparazione per il  ritorno alle gare. Tanto da non dare importanza al no di altre scuderie alla richiesta Ferrari per una deroga che gli consenta di provare la Rossa prima del GP d’Europa. A una settimana dall’ufficializzazione del suo ritorno alle gare per sostituire Massa, il sette volte campione del mondo invia i suoi ringraziamenti ai tifosi tramite il suo sito, e fa il punto. <<Voglio dire grazie a tutti quei tifosi che tengono le dita incrociate per me: è incredibile – il messaggio di Schumi – quanto sostegno ho ricevuto in questi giorni da tutto il mondo: mi sembra quasi come se un flusso di energia positiva si dirigesse su  di me. Grazie, grazie davvero. Attualmente sono nel pieno della preparazione per la gara in programma – prosegue Schumacher – Ho già perso tre chili, anche se per me è altrettanto importante metter su dei muscoli: ma in complesso, la preparazione va bene. Devo ammettere che il collo mi pizzica un po’: ed è un argomento che dobbiamo affrontare, considerato che la salute ha la priorità. E’ stato ovviamente questo l’accordo fatto con la Ferrari e, tra l’altro, anche con mia moglie…>>.
Mentre il padre sta tentando di acquisire Sauber per garantirgli una monoposto il prossimo anno, Nelson Piquet jr non è  più un pilota della Renaul. Il team di Flavio Briatore ha deciso di interrompere il rapporto dopo 10 gare. Nelsinho è il secondo pilota ad essere costretto a lasciare prematuramente la stagione, dopo il licenziamento di Bourdais dalla Toro Rosso. Piquet ha avuto parole dure nei confronti di Briatore: <<Si suppone che un manager ti incoraggi e ti supporti. Briatore è stato il mio giustiziere>>.
L’ultima notizia riguarda Ross Brawn il quale viaggiava a 160 km/h su una strada dove il limite è di 75 ed ora rischia il ritiro della patente. Secondo il “Times” l’infrazione risale al 30 Maggio, quando Brawn fu fermato per eccesso di velocità a bordo della sua Mercedes sull’A30, nei pressi di Okehampton (Inghilterra). Ora l’accusa è stata formalizzata in tribunale, ma visti gli impegni di Brawn il procedimento è stato posticipato al 4 Settembre. (ore 16:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply