Maranello –  La Ferrari ha comunicato che i test neurometrici e d’impatto, prove di capacità cognitiva fatti a Miami a Felipe Massa test neurometrici e hanno dato esito positivo, così come gli esami alla vista. Ci sono, quindi, tutte le condizioni per poter svolgere l’attività agonistica ma si rende adesso necessario soltanto un intervento di chirurgia plastica per sistemare la scatola cranica nel punto in cui si è verificato l’impatto con la molla nell’incidente dell’Hungaroring. L’intervento verrà eseguito nei prossimi giorni e, al termine di una breve convalescenza, Felipe potrà riprendere gradualmente la preparazione fisica. L’esito degli esami è stato accolto con grande soddisfazione a Maranello, <<nella prospettiva di poter contare su un Felipe al cento per cento per l’inizio della prossima stagione agonistica>>.
Su programmi più immediati è concentrato Mark Webber per il quale il titolo piloti si deciderà all’ultimo gran premio, ad Abu Dhabi, il prossimo 1 Novembre. A dare fiducia al pilota australiano della Red Bull c’è il rendimento negativo di Button che nelle ultime 5 gare ha racimolato solo 11 punti. <<Lui ha bisogno di arrivare in Brasile con 11 punti di vantaggio per stare tranquillo e non credo ci riuscira>>, ha detto Webber che attualmente in classifica ha 51,5 punti ed è quarto preceduto da Button 72, Barrichello 56 e il compagno di squadra Vettel 53. Bernie Ecclestone, da parte sua,  annuncia che nel 2011 si disputerà il primo GP d’India, nonostante il mancato aiuto del ministero.A Gennaio, infatti, il ministro Manohar Singh Gill ha respinto la richiesta della societa’ promotrice del progetto, la JPSK Sports, di versare 36,5 mln di dollari alla Foa (Formula One Administration, società di Ecclestone). <<Aspettiamo che il circuito venga costruito – ha detto Ecclestone- In Ottobre sarò in India per capire le loro intenzioni>>. (ore 18:30)