Londra – La stampa inglese si scaglia contro Flavio Briatore all’indomani delle dimissioni del team principal italiano, e del capo degli ingegneri Renault Pat Symonds, entrambi travolti dallo scandalo per i fatti di Singapore 2008 definiti <<uno dei peggiori imbrogli nella storia dello sport>>. Il Times scrive che per Briatore si tratta di un <<disgraziato finale di carriera>>, mentre per il Guardian evidenzia che <<è a rischio il suo futuro come manager di piloti e dirigente del Queen Park Rangers>>.
Briatore tenta una difesa: <<Volevo solo salvare la Renault, era un mio dovere farlo>>. Ma respinge l’ipotesi che le dimissioni siano un’ammissione di colpa. Ai commenti della stampa britannica si aggiunge quello di Bernie Ecclestone, patron del Circus: <<E’ un vero peccato che Flavio se ne vada, ma non è difendibile. Quello che ha fatto era del tutto inutile. Mi spiace, sono sorpreso per quanto successo, non sapevo. Non so che accadrà. Dovremo aspettare e vedere>>. Ecclestone ha anche detto di <<non voler fare osservazioni sul Consiglio mondiale in programma il 21 Settembre a Parigi>>.
Per Renault <<lo scandalo è un duro colpo – ha detto il direttore generale della Casa automobilistica francese, Patrick Pelata – La scuderia ha ritenuto che sia stato commesso un errore e ogni errore richiama una sanzione. Piquet se n’era già andato e adesso se n’è andato Pat Symonds. Briatore ha reputato che fosse moralmente responsabile e si è dimesso>>.
Nella foto: Flavio Briatore e Bernie Ecclestone domenica nei box di Monza.

NO COMMENTS

Leave a Reply