Si delinea situazione team 2010

Si delinea situazione team 2010

Londra – In attesa di vedere sistemata la griglia dei piloti, si fa chiarezza sui team che prenderanno parte al Mondiale 2010.
La Manor GP, una delle nuove squadre al via del Mondiale 2010, ha già cambiato nome: come risulta dalla lista degli iscritti ufficializzata dalla Fia sarà sullo schieramento come Virgin Racing. E così il magnate britannico Richard Branson, dopo aver sponsorizzato la Brawn iridata, scende in campo in prima persona con la scuderia diretta da John Booth: userà telai costruiti dalla Wirth Research company e motori Cosworth. Uno dei due piloti, si sa già, è Timo Glock.
Tra le dodici squadre compare ancora la Brawn, ma la Fia precisa che «il team ha già indicato l’intenzione di cambiare il nome del team in Mercedes Gp prima che cominci la stagione». La Red Bull poi continuerà ad usare motori Renault, mentre non si definisce la situazione sulla possibilità di una tredicesima scuderia al via: la Sauber spera e lo stesso Peter Sauber ha assicurato che la <<nostra macchina del 2010 è già in fase avanzata di costruzione. Siamo stati in grado di procedere al meglio anche grazie all’eccellente collaborazione con la Ferrari>>. La Fia scrive però in calce alla lista che «la Toyota Motorsport GmbH resta formalmente legata dal Patto della Concordia a iscrivere un team, anche se ha fatto sapere che non sarà in condizioni di farlo. Un annuncio in merito sarà fatto a breve».Sembra che la Casa giapponese, per evitare la multa di 150 milioni di dollari prevista per chi non rispetta il Patto della Concordia, stia cercando di girare l’iscrizione alla struttura serba Stefan Grand Prix. Gestita dalla AMCO e dal suo direttore esecutivo Zoran Stefanovic, potrebbe usare i propulsori Toyota pagando 5 milioni di euro per il 2010 e il 2011 e sfruttare la sede giapponese a Colonia (in Germania) in attesa di spostare tutto in Serbia. Il direttore tecnico della Toyota F.1, Pascal Vasselon, e il pilota giapponese Kamui Kobayashi porterebbero 5 milioni di dollari di sponsorizzazione e potrebbero far parte del progetto
Tra le scuderie già al completo anche con i piloti c’è la McLaren: Jenson Button, iridato del 2009 con la Brawn, figura con il numero 1, mentre il suo nuovo compagno di squadra, Lewis Hamilton, l’altro inglese campione del mondo due stagioni fa, è indicato con il 2.
E non si esclude la sorpresa di un allargamento del campo iscritti a 14 scuderie. (ore 10:19)
Nella foto: il miliardario americano Richard Brenson.

NO COMMENTS

Leave a Reply