Montecarlo – La prima mossa di Jean Todt alla guida della Fia è stata la proposta di modificare il sistema di punteggio in Formula 1 prendendo in prestito quello della MotoGp. Non più 10 punti per il vincitore di ogni gran premio, ma 25. Non più 8 piloti a punti ad ogni gara, ma 10. Lo stacco fra il primo e il secondo arrivato sarà di 5 punti grazie ai 20 punti assegnatigli, il terzo ne otterrà 15, 10 il quarto; 8 il quinto, 6 il sesto, 5 il settimo, 3 l’ottavo, 2 il nono e 1 il decimo. La proposta dovrebbe essere ratificata oggi dal Consiglio mondiale della F1.
FOTA – Altre due novità arrivano dalla Fota. Martin Whitmarsh, team principal della McLaren, sarà il nuovo presidente della Fota e succederà a Luca di Montezemolo che ha deciso di lasciare. Christian Horner della Red Bull sarà il capo dello Sporting Working Group, mentre Ross Brawn è stato confermato responsabile del gruppo tecnico. Ma non è tutto, dati i tempi duri, l’associazione dei team sta pensando ad un lancio congiunto delle monoposto nel 2010. Una vera e propria rivoluzione dettata dalla necessità di diminuire i costi, ma con l’intento di fare vedere che insieme le difficoltà possono essere affrontate al meglio.
<<Siamo stati tutti d’accordo per un lancio comune di tutte le nuove monoposto – ha detto il Ceo della Mercedes Nick Fry – Siamo contenti di poter avere un evento in comune che potrebbe aiutarci in termine di investimenti, immagine e marketing. Sto andando a Valencia a discutere proprio di questa possibilità. Al momento non posso ancora entrare nei particolari, ma penso che possiamo organizzare qualcosa di veramente innovativo>>.
L’unico problema riguarda la Lotus che fino a Febbraio non potrà presentare la nuova macchina. <<Per quel periodo non avremo ancora pronta la vettura – ha detto Tony Fernandes alla Reuters – Vorrà dire che mi presenterò con un modellino>>. (ore 10:00)