Parigi – In un’intervista pubblicata dal quotidiano francese “Le Figarò”, il neo presidente della Fia Jean Todt, ha dichiarato di volere ridurre i costi della F1, dimostrandosi in questo caso perfette mante d’accordo con il “Mosley-pensiero”.
<<Sono triste che Honda, BMW e Toyota abbiano lasciato la categoria, ma quando uno spende una grande quantità di soldi senza ottenere risultati questo è inevitabile – ha detto – D’altro canto, è ottimo che ci siano nuove squadre che arrivano. Se vogliamo sostenere la F1, dobbiamo svegliarci e prendere decisioni fondamentali – ha detto Todt -Lo sport a motore deve adattarsi ai tempi.
Il francese ha anche affermato che trova deplorevole l’accordo raggiunto dalla Fota per non utilizzare il KERS nel 2010.
<<Per questo motivo ho deciso di creare un gruppo di lavoro>>,  ha detto Todt spiegando che Gilles Simon, l’ex responsabile dei motori della Ferrari, sarà il capo del gruppo che si occuperà anche dell’ambiente e cercherà sviluppare nuove tecnologie per la F1. (ore 15:21)