Il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo si è preso 24 ore di tempo prima di sfogare la sua rabbia. A 48 ore dal “fattaccio” di Valencia, tocca ad Hamilton dire la sua, dopo aver visto colleghi ed opinione pubblica puntare il dito contro di lui.
Lewis Hamilton passa al contrattacco e nel mirino non poteva che finire il suo grande nemico e inquisitore, Fernando Alonso. <<Non capisco perché ce l’abbia con me – ha detto il pilota McLaren -. L’ho visto nel maxischermo superato da una Sauber e dovrebbe essere preoccupato dal suo risultato piuttosto che da me. Non capisco perché io avrei intaccato così tanto la sua gara. Deve essere stato molto spiacevole per lui farsi superare da una Sauber, è una cosa dell’altro mondo per lui. Ognuno, comunque, ha diritto di avere le proprie opinioni>>.
Hamilton si è poi complimentato, contrariamente a quanto fatto da tutti, con la direzione gara: <<La Fia sta facendo un lavoro incredibile permettendoci di gareggiare quest’anno>>. (ore 18.30)