Londra – Pare sempre più incerto il destino di Max Mosley travolto recentemente dal noto scandalo sessuale che lo ha visto protagonista. Secondo indiscrezioni nel weekend del GP Spagna, Red Bull, Williams e Ferrari avrebbero rifiutato di firmare una lettera congiunta assieme agli altri team per richiedere pubblicamente le dimissioni di Mosley volute da Bernie Ecclestone.
Jean Todt sarebbe in pole position nella corsa al ruolo di presidente della Fia ma mentre Dietrich Mateschitz avrebbe rifiutato di offrire il proprio sostegno a Todt per la sua amicizia di lunga data con il presidente, la Williams non vedrebbe di buon occhio l’elezione del francese, preoccupata per eventuali favoritismi alla Ferrari. Intanto Mosley e Todt saranno entrambi presenti al G.P. Monaco del mese prossimo. Sostegno inatteso a Mosley è arrivato da Michael Schumacher che ai cronisti presenti sulla pista catalana ha dichiarato: <<Non ho mai ritenuto giusto che la gente si intromettesse nella mia vita privata esprimendo le proprie opinioni e pertanto non c’é motivo perché lo faccia io a proposito di altri. Di Mosley ho davvero una grande considerazione. Non ho nient’altro da aggiungere>>. (ore 9:15)