Stoccarda – Se Michael Schumacher aveva bisogno di un Mentore l’ha trovato. In verità lo è da tempo. Ross Brawn dice che Schumi non è cambiato come pilota dopo il suo ritiro alla fine della stagione 2006 e contrariamente a quanto si continua a dire il sette volte campione del mondo non smetterà alla fine della stagione in corso. Poco importa se lo sbarbatello Nico Rosberg è salito tre volte sul podio quest’anno, mentre solo due quarti posti sono stati i migliori risultati di Michael. E comunque, a sentire Brawn, un confronto tra i due piloti è ingiusto.  Forse Brawn farebbe bene a trovare egli un Mentore perché in Mercedes non sono affatto soddisfatti delle magre che rimediano ad ogni gara e a Stoccarda si sta addirittura pensando a un ritiro il prossimo anno. Insomma l’investimento non è valso a nulla.
Nel suo piccolo anche Mike Gascoyne rimarrà nel Circus. La Lotus Racing, infatti,  ha ufficializzato il prolungamento del contratto e il responsabile tecnico della scuderia ha firmato un accordo valido fino al 2015.Un connubbio importante per la squadra che è tornata quest’anno alle corse riportando in pista il leggendario nome del Team Lotus.
Chi non è certo di rimanere è il circuito di Singapore il cui destino dopo il 2012 è legato alla volontà del governo locale di continuare ad investire nella F.1. Il Montecarlo d’Oriente, come è stato battezzato, rischia di uscire di scena, nonostante le dichiarazioni di Ecclestone di averlo per altri 20 anni, se nella partita doppia costi e ricavi il governo dell’arcipelago-Stato non riscontrerà l’adeguato ritorno. Non solo d’immagine. (ore 19:15)