Principato di Monaco – La Fia ha deciso: cancellato il divieto di impartire ordini di scuderia a partire dall’anno prossimo. Il nuovo regolamento sportivo ha soppresso l’articolo 39.1 che vietava gli ordini di scuderia. La Fia ha tuttavia chiarito che resterà in vigore la regola secondo cui <<qualsiasi azione possa portare discredito all’attività sportiva verrà punita secondo l’articolo 151c del Codice Sportivo Internazionale>>
Il “caso” è scoppiato a causa del sorpasso di Alonso su Massa durante l’ultima edizione del G.P. di Germania. Una polemica alla quale è seguita una multa per la scuderia Ferrari di 100mila dollari e che registra oggi la soluzione più logica e meno ipocrita.
Tra le altre novità, la decisione secondo cui dal 2013 i motori saranno 4 cilindri di 1.600 cc. Il Consiglio mondiale ha approvato l’introduzione di una nuova specifica di motore confermando l’impegno della Fia di migliorare la sostenibilità e affrontare le esigenze del settore. A seguito del dialogo con i produttori di motori e gli esperti in questo campo, le unità di alimentazione saranno di 4 cilindri, 1,6 litri con iniezione di benzina ad alta pressione fino a 500 bar con un massimo di 12.000 giri/min. Il motore di ricerca fornirà una riduzione del 35% nel consumo di carburante e sarà caratterizzato da un’estesa gestione energetica e sistemi di recupero energetico, pur mantenendo gli attuali livelli di prestazioni. Nel 2013, saranno consentiti cinque motori per pilota sarà consentito, ma l’anno successivo il limite sarà di quattro. (ore 18:30)