Parigi – La F1 passerà ai motori ecologici dal 2013 con l’introduzione delle unità 1,6 litri 4 cilindri turbo. Il progetto è finalizzato alla riduzione del 35 per cento di consumo del carburante. Un comunicato della Fia, informa che << il Consiglio mondiale ha approvato l’introduzione di una nuova specifica di motore a partire dal 2013, confermando l’impegno di migliorare la sostenibilità e rispondere così alle esigenze del settore automobilistico. Dopo aver discusso il piano con i produttori di motori ed altri esperti in questo campo, si è deciso che l’unità di potenza passerà a 4 cilindri, 1,6 litri con iniezione ad alta pressione della benzina fino a 500 bar con un massimo di 12.000 giri/min. I motori offriranno una riduzione del 35 per cento del consumo di carburante e saranno caratterizzati da un’estesa gestione energetica con sistemi di recupero annessi, pur mantenendo gli attuali livelli di performance. Nel 2013 inoltre saranno consentiti cinque motori per ciascun pilota, ma l’anno successivo il limite sarà portato a quattro>>. 
Per il prossimo anno oltre alla revoca del divieto di ordini di scuderia, si sono affinati alcuni principi già concordati in materia di ali posteriori mobili ed è stato deciso che i cambi possono essere utilizzati per cinque gare consecutive, invece di quattro.
Il World motor sport council si riunirà di nuovo l’8 marzo presso la sede della Fia a Parigi in Place de la Concorde per altre decisioni nell’imminenza della stagione 2011. (ore 15:20)