La 33° edizione del Salone di Padova verrà ricordata per la qualità degli espositori e il record di pubblico: 100.000 in fiera e oltre 30.000 nel “fuori salone”. Dal 2017 sarà l’intera città a diventare “Auto e Moto d’Epoca”.

Si è conclusa con successo la 33° edizione di Auto e Moto d’Epoca, il Salone dell’auto classica in grado di crescere costantemente in ogni edizione per visitatori – superati quelli del 2015 con oltre 100.000 ingressi – qualità ed eventi. Uno dei fattori decisivi della crescita costante è la partecipazione sempre più convinta delle Case automobilistiche con anteprime e novità.

“Mi sembra che questa edizione sia stata la più bella, la più completa e la più emozionante tra quelle a cui ho assistito”, Angelo Sticchi Damiani, presidente Aci.

Quest’anno sono stati 16 i brand a partecipare, ognugno con anteprime nazionali e nuovi modelli: le 124 Abarth Spider e Rally, Alfa Romeo Giulia, Audi R8 Spyder V10 e TT RS, Nuova Citroen C3, DS 5 Hybrid, Jaguar F-Type SVR, Nuova Land Rover Discovery, Maserati Levante, una panoramica completa sul motorsport Mercedes, Pagani Zonda Roadster F, Peugeot con la storia delle 205 cabrio, Porsche 718 Cayman, Tesla con Model X e Model S, Nuova Volvo V90 (qui la nostra prova), Volkswagen Golf GTI Clubsport.

Passato e presente Lamborghini

Parallelamente, dalla Lamborghini 350 GT di Ferruccio Lamborghini ai capolavori Touring, fino al Museo e Polo Storico Lamborghini, non c’è fiera in Europa che raccolga tanti modelli classici e di simile qualità. Quest’anno poi, 500 moto d’epoca hanno portato il settore delle due ruote al livello di quello automobilistico.

Le iniziative all’interno del Salone, l’incontro con le grandi Case, gli eventi Aci, gli appuntamenti Asi, Cna – Villagio del Restauro e l’Asta Pananti hanno fatto il resto, con l’inedito “fuori salone” con test drive Jaguar, raduno Golf GTI e vetrine di negozi e ristoranti vestite con i colori della fiera di Padova a segnare la strada per il futuro.

“L’intera città – dice infatti l’organizzatore Mario Carlo Baccaglini – diventa sede del Salone. Piazze e strade saranno dedicate alle singole Case automobilistiche e ai contenuti del Salone, portando la bellezza, la cultura e il richiamo turistico dell’auto e dell’auto d’epoca in tutta Padova. Il nostro obiettivo non è portare più visitatori in fiera. È portare più visitatori sul territorio grazie alla fiera”.

NO COMMENTS

Leave a Reply