Al Salone di Ginevra 2018 verrà presentata la Ferrari 488 Pista, erede delle serie speciali V8 (360 Challenge Stradale, 430 Scuderia e 458 Speciale) ma diversa da loro sia per la sportività sia per il livello di transfer tecnologico dal mondo delle competizioni. Molte soluzioni di motore, dinamica veicolo e aerodinamica derivano proprio da due Ferrari da competizione, la 488 GTE e la 488 Challenge, e il risultato è una vettura senza compromessi.

Rispetto al modello di serie, la Ferrari 488 Pista pesa 90 kg in meno (1.280 kg) e il suo motore è il V8 più potente del Cavallino, evoluzione estrema del turbo premiato per due anni consecutivi come motore dell’anno. È dotato di 720 cv (+50 cv) e di una potenza specifica di 185 cv/l. L’aerodinamica della Ferrari 488 Pista sfrutta appieno l’esperienza maturata sui circuiti, come dimostra l’S-Duct frontale ripreso dall’esperienza in Formula 1.

Il massimo livello tecnologico è sintetizzato dalla sesta evoluzione del Side Slip Control, che racchiude i sistemi di controllo E-Diff3, F1-Trac ed SCM, accanto ai quali debutta il Ferrari Dynamic Enhancer, un nuovo sistema che utilizza per la prima volta al mondo un canale di controllo gestito da software e basato sulla pressione inviata alle pinze freno. Nuovi anche gli pneumatici, sviluppati appositamente da Michelin, che calzano nuovi cerchi da 20” in fibra di carbonio per la prima volta in dotazione su una Ferrari. Sempre in fibra di carbonio cofano, paraurti e spoiler posteriore.

SHARE
Arturo Salvo
Giovane, carino e in cerca di fortuna. Legge in continuazione, di conseguenza sente l'esigenza di dover scrivere. Ha un cane, un gatto e un pappagallo. Citazione preferita: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".