Durante l’evento per il 50° anniversario della presenza Ferrari in Giappone, la Casa di Maranello ha presentato la sua ultima fuori serie: la J50. Una due posti secca, una roadster con motore posteriore-centrale che segna il ritorno al tetto asportabile tipo targa caratteristico di alcune vetture del Cavallino degli Anni ‘70 e ‘80.

Creata dal reparto Progetti Speciali, la Ferrari J50 avrà una produzione limitata a soli 10 esemplari, personalizzabili secondo le richieste di ciascun cliente a livello di colori e finiture.

160711-car-Ferrari_J50_r

Realizzata sulla base della 488 Spider, la J50 è equipaggiata con una versione specifica del V8 da 3.9 litri con una potenza di 690 cv. La carrozzeria mostra un design radicalmente futuristico, mentre “l’effetto visiera” generato dalle superfici vetrate ricorda le barchette Ferrari da competizione del passato.

La Ferrari J50 si avvale poi di uno sviluppo aerodinamico molto dettagliato. In primo luogo i radiatori anteriori sono più vicini fra di loro, mentre due canali d’aria in fibra di carbonio rendono il cofano ancora più robusto nell’aspetto.

160710-car-Ferrari_J50_3_4_fr

Il potente V8 è visibile attraverso una cover trasparente ed è decisamente originale il posteriore, con il design dei quattro gruppi ottici sovrastato da un profilo alare ad alto carico aerodinamico.

Cerchi forgiati da 20” dal disegno unico sono stati realizzati esclusivamente per questo modello e all’interno dell’abitacolo specifiche finiture adornano i sedili sportivi in pelle e Alcantara. L’hard top in fibra di carbonio è diviso centralmente in due pezzi, che si possono comodamente riporre dietro i sedili.