Con l’arrivo delle basse temperature è bene ricordarsi di alcuni piccoli consigli utili da seguire per evitare danni al parabrezza e ai vetri dell’auto. “Best practice” da mettere in atto per aumentare la vita del vetro, soprattutto se sono già presenti piccole crepe.

freddo gelo neve parabrezza

Il grande freddo di questi giorni, come conferma l’abbassamento repentino delle temperature che sta interessando tutta la penisola, porta a ricordare come ci si deve comportare per non rovinare i vetri della nostra auto. L’aria gelida e le precipitazioni nevose, infatti, possono procurare qualche grattacapo soprattutto su quelle auto il cui parabrezza presenta già qualche piccola “crepa”, da non sottovalutare assolutamente. Ecco alcuni semplici consigli in merito che ci suggerisce Carglass.

NON USARE IL SALE SUL VETRO
Uno dei “rimedi della nonna” più conosciuti è certamente il più dannoso. Il sale, se non si scioglie, può graffiare il parabrezza e peggiorare la situazione in caso di crepa o scheggiatura.

NON USARE ACQUA BOLLENTE NÉ INDIRIZZARE ARIA CALDA SUL VETRO
Creare un improvviso “shock termico” al vetro, versando acqua calda sul parabrezza per sciogliere immediatamente eventuale giacchio o neve accumulatasi, oppure direzionando le bocchette dell’aria calda verso il vetro, comporta uno stress al parabrezza. È dunque importante riscaldare il vetro lentamente, evitando getti diretti di aria molto calda.

NON ROMPERE IL GHIACCIO CON OGGETTI APPUNTITI
Un comportamento di questo tipo porta con sé un alta possibilità di graffiare il vetro. È bene attendere che il parabrezza sia parzialmente scongelato e poi raschiare il ghiaccio con una spatola di plastica. È possibile utilizzare spray chimici per lo sbrinamento, purché non siano presenti scheggiature o crepe nel parabrezza.

NO COMMENTS

Leave a Reply