Gennaio positivo per FCA in Europa, +5,8%. Soffrono Alfa e Lancia

Con oltre 63.500 immatricolazioni Fiat Chrysler Automobiles aumenta sensibilmente i volumi di vendita. In Italia +11,3%, in Spagna +45,1%. Continua l’exploit di Jeep: +164%. Unici brand in negativo Alfa Romeo e Lancia/Chysler.

1713_141111_Fiat_500XInternationalmediadrive_9

Il 2015 dell’auto è iniziato in maniera positiva in Europa. E positivo è anche il risultato ottenuto a gennaio da Fiat Chrysler Automobiles: oltre 63.500 auto vendute, il 5,8% in più in confronto a un anno fa, per una quota del 6,2% che resta stabile rispetto a gennaio 2014.

In Italia le vendite FCA sono aumentate dell’11,3%, in Germania del 4%, in Francia del 9,9% e in Spagna addirittura del 45,1%. Segno positivo anche nel Regno Unito: +1,9%.

Fiat ha immatricolato a gennaio in Europa oltre 47.000 auto, il 3,6% in più rispetto all’anno scorso, per una quota del 4,6% sostanzialmente stabile.
Le vendite sono cresciute in Italia (+9,5%), in Francia (+6,1%) e in Spagna (+54,6%). 500 e Panda, dopo aver chiuso il 2014 come le due auto più vendute nel segmento A, anche a gennaio hanno confermato la loro leadership. Anche la 500L è ancora una volta leader di vendite nel suo segmento, mentre è ottimo il debutto della 500X che, lanciata al momento solo in Italia, è già nella top ten del suo segmento in Europa.

Le immatricolazioni di Lancia/Chrysler a gennaio sono state quasi 5.600, il 18,8% in meno rispetto all’anno scorso, per una quota dello 0,5%. La Ypsilon ha ottenuto risultati positivi in Italia, dove è la quarta vettura più venduta del mese e la seconda del segmento B. Anche le immatricolazioni di Alfa Romeo sono calate: -11,1%, per una quota dello 0,4%, mentre sono aumentate in Italia del 2,6%.

Prosegue senza soste, invece, il successo di Jeep, che dopo aver chiuso il 2014 superando il milione di vendite in tutto il mondo, ha iniziato l’anno col botto: a gennaio sono state immatricolate quasi 5.900 vetture, il 164% in più rispetto allo stesso mese del 2014, con una quota triplicata allo 0,6%. Infine, i brand di lusso e sportivi Ferrari e Maserati hanno immatricolato complessivamente 660 vetture.