GLC COUPÈ
L’anno scorso venne presentato il concept, adesso la “promessa” diventa realtà. Pressoché invariato rispetto al prototipo, il nuovo mid-size Suv di Mercedes GLC Coupé si presenta con una lunghezza di 4,73 metri, un’altezza di 1,60 metri e un passo di 2,87 metri. La versione Coupé è quindi quasi 8 centimetri più lunga e circa 4 cm più bassa del Suv con il quale condivide l’architettura di base.

L’abitacolo accoglie in un’atmosfera ricercata. Elementi caratteristici di GLC Coupé sono la plancia portastrumenti e la consolle centrale dalle linee fluide. La parte superiore della consolle è un elemento unico, posto sotto il Media Display parzialmente integrato.

Di serie GLC Coupé offre già un assetto sportivo che include il Dynamic Select, ma in più è disponibile l’assetto Dynamic Body Control dotato di sospensioni meccaniche e regolazione dello smorzamento. Ulteriore elemento distintivo della versione Coupé rispetto a GLC è lo sterzo diretto di nuova taratura, che offre un rapporto di demoltiplicazione più diretto (15,1:1 contro 16,1:1) e nelle modalità Sport e Sport+ prevede una servoassistenza ancora più sportiva.

Nonostante le generose dimensioni e il passo lungo, a tutto vantaggio di occupanti e bagagliaio (con volume da 491 a 1.205 litri), il peso di GLC Coupé si limita a 1.710 kg. Il merito è quasi tutto della carrozzeria completamente perfezionata, con un mix di materiali in alluminio e acciai ad alta e altissima resistenza.

Il nuovo Mercedes GLC Coupé sarà disponibile in otto versioni: quattro motori diesel e quattro a benzina, tra cui un modello ibrido plug-in e uno sportivissimo AMG. I modelli base sono rappresentati dai diesel a quattro cilindri GLC 220 d e GLC 250 d 4MATIC Coupé, con potenze compreso tra 170 e 204 cv, e dal benzina a quattro cilindri GLC 250. Il lancio sul mercato inizierà in autunno con queste motorizzazioni, mentre a fine 2016 seguiranno le altre motorizzazioni.

C 63 CABRIO
Con la Classe C “rivisitata AMG” gli amanti delle prestazioni hanno l’imbarazzo della scelta: dodici configurazioni in versione Berlina, Station Wagon, Coupé e Cabrio, ultima in ordine di tempo e debuttante al NYIAS 2016 pronta per il lancio sul mercato ad agosto.

La C 63 Cabrio affascina grazie alle sue proporzioni, con parafanghi più prominenti di 64 mm sulla parte anteriore e di 66 mm al posteriore rispetto alla Cabrio di serie, mentre il cofano motore in alluminio è più lungo di 60 millimetri.

Ma è il motore a renderla davvero speciale. È l’unica vettura del segmento a montare un 8 cilindri biturbo, disponibile con 476 o 510 cv e perfetto per prestazioni da sportiva pura: da 0 a 100 km/h in 4,2 secondi (4,1 nella versione S). Anche il sound è stato pensato per enfatizzare il carattere del V8, grazie a bassi sonori, medi potenti e alti crescenti in funzione del numero di giri.

Dotata di cambio sportivo a 7 marce Speedshift MCT AMG, per migliorare la trazione e la dinamica di marcia la C 63 Cabrio è dotata di un differenziale autobloccante meccanico sull’asse posteriore, che nella C 63 S Cabrio è invece a gestione elettronica.

E 43 4MATIC
La nuova Classe E, che presto toccheremo con mano, fa il suo ingresso nel mondo ad alte prestazioni di AMG, che grazie a due turbocompressori più grandi e sofisticate applicazioni software ha incrementato di 34 cv la potenza del V6 3.0 di derivazione portandolo a 401 cv con 520 Nm di coppia massima disponibili già a 2.500 giri/min.

Il cambio automatico 9G-Tronic è stato appositamente calibrato sulle esigenze della nuova E 43 4Matic, con la possibilità di scalare più marce contemporaneamente. Per garantire maggiore agilità e migliore trazione anche nella guida sportiva, i progettisti di Affalterbach hanno sviluppato un assetto sportivo specifico, basato sulle sospensioni pneumatiche multicamera Air Body Control. Ordinabile da fine giugno, la Mercedes-AMG E 43 4Matic sarà in concessionaria a settembre.