Monza – Nico Rosberg ha pagato a caro prezzo l’inattività nelle libere 3 per problemi idraulici. Nel corso della mattinata Lewis Hamilton ha perfezionato la sua arma d’attacco. Una Mercedes in testa nei tre tagli delle qualifiche che è  passata da 1’25″363 della Q1, a 1’24″560 della Q2, a 1’24″109 al primo tentativo della Q3 che gli è valsa la pole position. La Mercedes secondo pronostico ha conquistato l’intera prima fila con Nico Rosberg secondo con 274 millesimi di distacco.
Al monocolore Mercedes della prima fila replicano i monocolore Williams in seconda e McLaren in terza. Valtteri Bottas si è classificato terzo a 588 millesimi da Hamilton, Felipe Massa quarto a 756. Sono stato i due piloti che sotto certi aspetti hanno contenuto il distacco dai due Mercedes. Kevin Magnussen quinto ha preso 1″205 e Jenson Button sesto 1″270. La Ferrari esce dalle qualifiche umiliata oltre previsione. Kimi Raikkonen è stato “bocciato” in Q2, 12mo, Fernando Alonso ha afferrato la quarta fila col settimo tempo e 1″321 di distacco. Magra consolazione lo spagnolo ha preceduto le due Red Bull. Sebastian Vettel anch’egli in quarta fila con l’ottavo tempo e 1″327, Daniel Ricciardo in quinta, nono crono a 1″600. L’australiano condivide l’allineamento con Sergio Pérez, decimo con la Force India a 1″835.

SHARE
Rino Cortese
Milanese d'adozione, siciliano di nascita, è cresciuto a pane e Formula 1. E non intende smettere. Anche se la F1 cambia in continuazione e non ci saranno più piloti come Senna e Prost.