Misano Adriatico – Nel pomeriggio partirà dalla prima fila. Stamane sale sul tetto del warm up per guardare dall’alto gli avverssari. Valentino Rossi si è svegliato incazzato stamane e ha messo paura a tutti. 1’33″965 per togliere con la sua Yamaha Factory la pole alla Tec3 di Pol espargaro (secondo a 30 millesimi) che a sua volta l’aveva tolta a Marc Marquez (terzo con la Honda Repsol a 58 millesimi).
Il poleman Jorge Lorenzo ha ridimensionato la debacle piazzandosi al quarto posto con la sua Yamaha Factory a 287 millesimi da quella del compagno-rivale. In difficoltà stamane Dani Pedrosa che con un caparbio rush finaleè riuscito a portare la sua Honda Repsol al decimo posto con 827 millesimi di distacco. Buona conferma per Andrea Iannone che con la sua Ducati partirà dalla prima fila tra le due Yamaha, quinto con 430 millesimi di distacco. Aggressivi Bradley Smith, sesto con la Yamaha Tech3 a 468 millesimi e Stefan Bradl, settimo con la Honda LCR a 481. In difficoltà anche Andrea Dovizioso con la Ducati Team, ottavo a 585 millesimi mentre Aleix Espargaro si è guadagnato un posto nel paradiso della top ten classificandoi nono con la Yamaha Forward a 815 millesimi.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.