Gruppo PSA e Dongfeng

Una nuova tappa si aggiunge nella partnership tra il Gruppo PSA e la cinese Dongfeng Motors, che fa seguito al lancio di nuovi prodotti specifici per il mercato cinese. Carlos Tavares e ZHU Yanfeng, presidenti delle due società azioniste di DongFeng Peugeot Citroen Automobile (DPCA), hanno infatti sottoscritto un accordo per la progettazione di una versione elettrica della piattaforma CMP “Common Modular Platform”, oggetto di uno sviluppo comune già da aprile 2015.

La futura piattaforma elettrica e-CMP permetterà di proporre, a iniziare dal 2019, un’offerta globale di veicoli elettrici dei segmenti B e C a marchio Peugeot, Citroen, DS e Dongfeng.

I due Gruppi hanno firmato anche un accordo nel settore delle Risorse Umane per aumentare le sinergie. Una cooperazione che si concretizzerà con lo “scambio di talenti”, per un tempo determinato, su posizioni operative nei settori di Ricerca e Sviluppo, Marketing, Industria, Finanza e Risorse Umane.

“La piattaforma e-CMP costituisce una tappa fondamentale del nostro partenariato con Dongfeng. Ci permetterà di accelerare lo sviluppo mondiale dei nostri due Gruppi, contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo di CO2 molto rigoroso fissato per il 2020”, Carlos Tavares, presidente del Direttorio.

Il nuovo piano strategico a medio termine prende il nome di “5A+” e ha l’ambizione di far diventare DPCA “un’azienda automobilistica efficiente, in grado di proporre soluzioni complete di mobilità per i suoi clienti”, si legge nella nota ufficiale.

Il piano fissa 3 obiettivi molto chiari: entrare a far parte della Top 3 del settore auto entro il 2018 e puntare al 1° posto nel 2020, crescita annua media del 7%, crescita redditizia e sostenibile fondata su un guadagno di produttività del 30%
entro il 2020.