Gruppo Renault in crescita in Italia e Europa nel primo semestre 2015

Renault e Dacia con segno positivo sia nel mercato europeo sia in quello italiano. Dopo Nissan, in Europa Renault è la seconda marca a segnare la crescita più forte, con una quota di mercato del 7,8%. In calo quasi tutto il mercato internazionale.

Renault_68774_it_itPer il Gruppo Renault un primo semestre in crescita quello appena conclusosi. Il Gruppo infatti ha chiuso in positivo, sia per quanto riguarda il mercato italiano sia per quello europeo, registrando importanti progressi commerciali.

MERCATO ITALIA
Per il mercato italiano si registra una crescita del 14,4%, che comprende sia le auto che i veicoli commerciali. Le immatricolazioni del Gruppo fanno quindi un balzo in avanti progredendo del 23,8% (85.315 in totale), registrando la più forte crescita fra i gruppi automobilistici portando così l’Italia ad essere il terzo Paese al mondo per il Gruppo Renault, dopo Francia e Brasile.
La quota di mercato del Gruppo Renault raggiunge il 9,1% (+0,7 punti), di cui 6,3% per il machio Renault e 2,8% per Dacia.

Molto positive anche la performance realizzata sul mercato dei veicoli commerciali, dove su un mercato in crescita del 5%, il Gruppo Renault, con 7.049 immatricolazioni, segna un incremento del 40% facendo registrare la migliore quota di mercato degli ultimi 28 anni.

RENAULT IN ITALIA
58.703 immatricolazioni e una crescita del 20,6%. Questi i risultati del marchio in Italia grazie a Clio, Captur, Twingo, Trafic e Master.
Il traguardo più notevole è quello raggiunto da Clio che, con 24.981 unità immatricolate nel primo semestre 2015, si afferma come seconda auto straniera più venduta in Italia nel periodo. Un vero successo per un’auto che, dal suo lancio a fine 2012, è diventata il simbolo del nuovo corso del design Renault.

Fattori di successo che si ritrovano anche in Captur, che nel primo semestre 2015 ha conquistato 13.603 clienti (+44% rispetto al 2014), posizionandosi sul podio dei crossover di segmento B. Nuovo Espace, infine, lanciato ad inizio giugno, ha riscontrato da subito il favore del pubblico e sta già ottenendo risultati di presa ordini al dilà delle attese. Sul mercato elettrico (autovetture e veicoli commerciali) +86% rispetto allo scorso anno con 536 immatricolazioni.

DACIA IN ITALIA
Con 26.612 immatricolazioni, Dacia vede i suoi volumi crescere del 31,4% e conquista una quota di mercato del 2,8% (+0,3 punti rispetto al 2014).
Questi risultati premiano, in particolare, il successo commerciale di Duster, Suv robusto, abitabile e al tempo stesso economicamente accessibile. Dacia è anche l’unico brand del mercato a proporre una versione GPL su tutti i modelli, una scelta particolarmente apprezzata dalla clientela.

MERCATO EUROPA
Nel mercato europeo, le immatricolazioni del Gruppo Renault continuano a crescere segnando un incremento del 9,3% in un mercato in aumento dell’8,5%. In aumento nella maggior parte dei Paesi europei, la quota di mercato del Gruppo raggiunge il 10,2% tra autovetture e veicoli commerciali, soprattutto grazie ai risultati del sud Europa.

In Francia, primo mercato del Gruppo, le immatricolazioni aumentano del 3,7%, registrando 325.365 unità. Clio, Twingo, Captur e Scenic sono leader del proprio segmento. Sul mercato francese dei veicoli commerciali, il Gruppo guadagna 1,2 punti e resta leader con il 32,5% del mercato. Kangoo, Trafic e Master dominano il loro segmento.

“In questo primo semestre 2015 abbiamo sensibilmente rafforzato la nostra posizione in Europa. I risultati mostrano che siamo in grado di cogliere le opportunità là dove si presentano”, Jérôme Stoll, direttore commerciale del Gruppo Renault.

Renault si distingue, in particolar modo, per il suo dinamismo commerciale. Dopo Nissan, è la seconda marca a segnare la crescita più forte, con una quota di mercato del 7,8% (+0,14 punti).
Clio è il secondo modello più immatricolato in Europa e resta il veicolo più venduto in Francia. Captur ha registrato il livello più elevato di immatricolazioni in Europa.
Dopo il lancio di Duster Fase 2, anche Dacia registra una crescita del 5,3%, con 205.160 veicoli immatricolati nei primi sei mesi del 2015. La marca festeggia quest’anno il 10° anniversario del suo lancio in Europa e varca la soglia dei 2 milioni di veicoli venduti nella regione.

Tra i principali mercati europei del Gruppo Renault, oltre l’Italia, la Spagna ha ottenuto la crescita più forte (aumento delle immatricolazioni, rispettivamente, del 30,9% e del 24,4%), classificandosi così al 5° posto tra i mercati del Gruppo.

Anche il mercato elettrico è in crescita con un +72% rispetto al 2014. In particolare, significativi i progressi nel Regno Unito e in Norvegia. ZOE resta la punta di diamante di Renault, con volumi più che raddoppiati in questo primo periodo dell’anno.

MERCATI INTERNAZIONALI
Nella regione Eurasia, il mercato russo, colpito dalla crisi economica, perde il 37,1% nel semestre. In questo mercato molto competitivo, il Gruppo si è concentrato sulla difesa dei margini e detiene una quota di mercato del 7,4%, in calo di 0,5 punti.

La ripresa del mercato turco, dove le vendite del Gruppo segnano un incremento del 35,3% (67.856 unità) con una quota di mercato del 15,8%, ed i buoni risultati ottenuti in Romania (+24% con una quota di mercato che sfiora 42%), consentono alla regione Eurasia di contenere il calo delle vendite a -10,2%.

Nelle Americhe, le immatricolazioni sono in flessione del 20,6%, pari a 163.223 veicoli. Le immatricolazioni in Brasile si contraggono del 18,7%, con 89.527 unità, ma il Gruppo riesce ad aumentare la quota di mercato portandola a più del 7,0%.

In Argentina, in una situazione finanziaria locale difficile, Renault ha scelto di limitare l’esposizione al peso e, di conseguenza, la quantità delle importazioni. Le immatricolazioni si riducono del 39,8% (31.808 unità), in un mercato che registra una contrazione del 17,5% nel semestre.

In Africa, Medio Oriente e India, le immatricolazioni sono in lieve aumento (+0,7%) con 150.735 veicoli ed una quota di mercato del 3,6%. Nel Maghreb continua la leadership con una quota di mercato record in Algeria (31,8%, +7,2 punti) e in Marocco (38,2%, +0,9 punti).

In India, in un mercato che cresce del 6,2%, le vendite sono in calo del 3,2% (23.346 unità), ma aumentano dal lancio di Lodgy ad aprile scorso. L’arrivo di Kwid dovrebbe migliorare questa dinamica, nella seconda parte dell’anno.

In Asia le immatricolazioni si contraggono del 5,6% (53.621 unità) nonostante la crescita di Renault Samsung in Corea (+0,8%, 37.260 vendite). In Cina, il Gruppo registra vendite in netta flessione (-45,5%), in attesa del lancio commerciale di un nuovo veicolo prodotto localmente, all’inizio del 2016.