Due Iveco Stralis per la prima volta al mondo hanno viaggiato in guida semi-automatizzata (ovvero in convoglio) lungo normali strade pubbliche.

Parlando di guida autonoma, non si può non pensare a come questa possa cambiare la mobilità a 360°. Perché fermarsi alle auto a guida autonoma? Ci sono anche i camion. Due Iveco Stralis per la prima volta al mondo hanno viaggiato in guida semi-automatizzata (in convoglio) lungo normali strade pubbliche.

La “missione” ha fatto parte dell’European Truck Platooning Challenge, un’iniziativa organizzata dai Paesi Bassi nell’ambito del semestre di presidenza dell’UE. La Truck Platooning ha previsto combinazioni di due o tre veicoli, che procedono a breve distanza l’uno dall’altro, guidati mediante sistemi di assistenza alla guida automatizzati e collegati tra loro in modalità wireless.

Il camion di testa funziona da leader del convoglio, mentre i veicoli che seguono reagiscono e si adattano ai suoi movimenti. Per esempio, se il camion di testa frena anche gli altri camion del convoglio frenano.

Una “combinazione mobile” di più veicoli permetterebbe di ottenere maggiore sicurezza ed efficienza nei trasporti, maggiore tutela dell’ambiente e una riduzione del consumo di carburante, grazie al miglioramento delle prassi di guida.

L’obiettivo generale dell’European Truck Platooning Challenge è stato proprio quello di dare nuovo impulso all’introduzione dei convogli di camion, ponendo l’argomento in cima all’agenda dei responsabili delle politiche dell’UE, con l’obiettivo di stimolare le sinergie a livello europeo.

NO COMMENTS

Leave a Reply