Hero MotoCorp arriva in Europa. Lo scooter ibrido Leap la prima sfida

Il debutto sul mercato europeo affidato al primo scooter ibrido in assoluto del marchio indiano. Nella prima fase d'ingresso il programma è di lanciare i prodotti in Italia, Spagna e Francia.

Hero Leap 2

In occasione di Eicma 2014, il vice presidente di Hero MotoCorp, Pawan Munjal, era stato molto chiaro nell’annunciare il piano d’ingresso della multinazionale indiana nel mercato europeo entro la fine del 2015, affermando:

“Oggi una moto venduta su 10 al mondo è una moto Hero e una venduta ogni due in India è una due ruote di Hero. Adesso vogliamo espanderci in tutti i continenti”.

Una dichiarazione d’intenti che a quanto pare non dovrebbe subire rallentamenti di nessun tipo, anzi, l’ingresso del colosso indiano nel mercato europeo delle due ruote molto probabilmente sarà affidato a un mezzo ambizioso: Leap, il primo scooter ibrido della Casa indiana.

ELETTRICO E NON SOLO
Quando Leap è apparso per la prima volta come prototipo all’Expo Auto di Delhi sembrava un veicolo proveniente da un futuro lontano, un futuro che invece potrebbe materializzarsi sul nostro mercato nel giro di pochi mesi. Dotato di batterie agli ioni di litio e da un motore a trazione elettrica di 8 kw,  Leap elimina il problema della carica limitata dei veicoli elettrici grazie all’inserimento di un “Range Extender” potenziato da un motore completamente nuovo di 124 cc di cilindrata.

Tutto questo per sopperire ad alcuni “limiti” che ancora vengono evidenziati nell’uso dei mezzi elettrici, ovvero la difficoltà di poter circolare senza l’assillo di non sapere dove ricaricare la batteria. Solitamente il Leap viene ricaricato collegandolo ad una presa al muro ma, se non fosse possibile, il Range Extender fornisce quattro volte la carica delle batterie e, ovviamente, il carburante può essere rifornito velocemente. Questo rappresenterebbe un punto di forza del Marchio indiano che ha tutta l’intenzione di dimostrare l’enorme crescita compiuta negli ultimi anni soprattutto sul piano della tecnologia.

Ma in Europa, per far breccia nel cuore degli appassionati, un mezzo a due ruote non deve essere solo “performante” o “tecnologico” ma anche esteticamente in linea con i gusti occidentali. Per questo motivo il Leap si presenterà sul mercato con un design slanciato e molto aerodinamico, dotato anche di un sistema di luci a Led.

MOTORE A MAGNETE PERMANENTE E “RANGE EXTENDER”
Il primo indizio di quanto Hero sia un’azienda proiettata verso un futuro sempre più green è rappresentato dal suo propulsore. La trazione del motore a magnete permanete AC (PMCA) che potenzia il Leap, prolunga al massimo la coppia di più di 60 nanometri dall’arresto, così che lo scooter non necessiti né di frizione né di trasmissione. Il rapporto finale è consentito dall’elevata tecnologia della cinghia dentata che carica con precisione sul braccio girevole, disegnato per prolungare la vita del veicolo.

La velocità massima è di 100 km/h quando circola con il Range Extender e l’accelerazione quasi silenziosa nel funzionamento elettrico è migliore, stando a quanto riporta Hero, di molti scooter a benzina. In frenata il Leap rallenta agilmente e velocemente grazie al suo freno a disco a doppio pistoncino da 240 mm Brembo. Inoltre, Il forcellone montato direttamente ai perni elettrici al centro dell’albero di uscita del motore, elimina le variazioni di tensione della cinghia attraverso la corsa delle sospensioni.

Con tutte queste premesse siamo sicuri che la decisione di Hero MotoCorp di sbarcare nel nostro mercato non risulterà avventata. In Italia, inoltre, la Casa indiana ha stretto due alleanze strategiche con Engines Engineering e Magneti Marelli. Engines Engineering è partner tecnologico, mentre con Magneti Marelli è attiva una joint venture in India per lo sviluppo di tecnologie di iniezione del carburante. Non si conosce ancora l’eventuale prezzo di lancio del Leap ma, anche in questo caso, Hero ha intenzione di stupire. Staremo a  vedere.