Honda partecipa in forze con otto special a Glemseck 101, l’happening motociclistico che si svolge a Leonberg, in Germania, che chiama a raccolta decine di migliaia di appassionati e che quest’anno raggiunge la dodicesima edizione. Quattro delle otto special sono basate su modelli attuali della gamma.

Una CBR1000RR Fireblade SP è stata “affilata” con dettagli pregiati ma allo stesso tempo minimalisti. È dotata di telaietto posteriore in alluminio di derivazione Superbike, carene in fibra di carbonio, forcellone allungato e serbatoio in alluminio derivati dalla versione Endurance.

Le due versioni della neo­retrò CB1100, già ammirate al Wheels & Waves 2017 di Biarritz, sono presenti anche a Glemseck. La prima è la CB1100TR Concept, progettatata interamente dal team R&D italiano della Casa dell’Ala ed esposta per la prima volta a Eicma 2016. La seconda è una versione completamente “dark” dell’attuale CB1100 EX, creata in collaborazione con i progettisti di South Garage di Milano, un’elegante creazione che mescola lo stile café racer a quello bobber.

Kingston Customs CX500 Cafe Racer

Completa la rassegna delle quattro special Honda su base moderna la versione “urban scrambler” della nuova Rebel, la 500cc guidabile con patente A2 che è già un successo di vendite in tutta Europa. Ammirata per la prima volta al Bike Shed di Londra, è equipaggiata in questa interpretazione con possenti pneumatici, dischi freno maggiorati e terminale di scarico realizzato e saldato a mano, arricchendosi nel look con citazioni dello stile BMX e skateboard (con un supporto per la tavola collocato sul lato sinistro) e influenze dal mondo del motocross.

Le altre quattro special sono: la “superbike di serie” CB750, una delle preferite dai customizer di tutto il mondo, resa essenziale e rude grazie all’immaginazione e al lavoro di Billy Mackenzie, ex-pilota di motocross passato dal dirt track all’officina; due CX500 realizzate da Kingston Customs di Gelsenkirchen con un completo trattamento café racer; e una CB250G realizzata da Black Beans di Monaco, scrupolosa ricostruzione pezzo per pezzo di una moto trovata in un fienile.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.