Il Van Gogh Museum di Amsterdam vanta la più ampia collezione al mondo del celebre pittore impressionista. Ogni anno conta più di 2 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo e fra questi è in costante crescita il numero di coreani e orientali.

S’inserisce in questa scia l’accordo tra Hyundai il Van Gogh Museum, una partnership che nasce dalla “vision” del brand sudcoreano di supportare l’arte in tutto il mondo. Si ricordano infatti le collaborazioni della Casa con la Tate Modern di Londra, il Los Angeles County Museum of Art (Lacma) e il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Seoul.

“In Hyundai crediamo nella relazione tra arte del design e arte della tecnologia. Puntiamo a rendere questo legame sempre più stretto anche grazie ai nostri prodotti”, Hyung Cheong Kim, presidente & Ceo di Hyundai Motor Europe.

Vista la crescita di visitatori orientali, grazie al sostegno di Hyundai il tour multimediale, la mappa e il sito web del museo saranno tradotti anche in coreano. Solo l’inizio di una partnership che vedrà l’azienda coreana sempre più coinvolta nelle principali attività del museo.

Intanto, come parte dell’accordo, Hyundai fornirà al museo alcuni modelli della Ioniq, la prima auto al mondo che permette di scegliere fra tre differenti motorizzazioni elettriche, realizzando per l’occasione anche un esemplare unico che mostra la riproduzione de “I Girasoli”, una delle opere più celebri di Van Gogh.

A proposito della Ioniq: la versione ibrida e quella elettrica saranno disponibili in Italia a partire dall’autunno, mentre la versione plug-in arriverà l’anno prossimo.