In un mondo in cui le forti emissioni inquinanti delle auto a benzina e diesel hanno generato un forte impatto sull’ambiente, Toyota si è prefissata come obbiettivo di produrre auto a basse emissioni. Nasce così, nel 1997, la prima auto ibrida moderna: la Prius.

Un’auto che ha segnato un cambiamento per Toyota, oggi con una gamma sempre più ibrida e di successo sia a livello mondiale, è leader del mercato con 9 milioni di automobili ibride vendute, sia in Italia.

Dalla prima generazione di Prius ad oggi, infatti, sono più di 100.000 le vetture ibride Toyota (e Lexus) vendute nel nostro Paese. Un dato che segna un record per la Casa giapponese e rappresenta un traguardo molto importante per il brand, che vede passare la propria quota di mercato delle motorizzazioni ibride dal 33,4% del 2015 al 42,1% di quest’anno.

Ibrido Toyota e Lexus: nuovo record di vendite in Italia

L’arrivo sul mercato italiano del nuovo crossover compatto C-HR, previsto per la seconda metà del 2016, probabilmente segnerà un’ulteriore crescita del trend, al momento trainato dai successi di Auris e di Yaris Hybrid: la prima è passata da 517 unità dal lancio nel 2010 a 8.500 nel 2015, la seconda da 1.986 nel 2012 a 13.000 lo scorso anno.

Anche la crescita di Lexus è stata entusiasmante, poiché negli ultimi due anni ha visto triplicare la propria quota: dallo 0,5% al 1,4%.

Questi dati mostrano, perciò, come nel pubblico sia in crescita la consapevolezza che una vettura ibrida è in grado di muoversi in città con zero emissioni e zero consumi per oltre il 50% del tempo. Inoltre l’ultima generazione del sistema ibrido della nuova Prius è in grado di ottenere un risultato superiore al 78%.

SHARE
Elettra Cortimiglia
Generazione ‘95, è amante della musica, in particolare dei Linkin Park. Conosce il mondo dei motori perché si ritrova in famiglia due giornalisti d’auto. Per la serie: non c’è 2 senza 3! Gestisce una bellissima pagina Facebook dedicata ai Linkin Park e al vocalist della band.