iFoodies Award 2015, l’app di Bmw i premia le migliori aziende italiane

Il progetto iFoodies è nato nel 2013, con l’obiettivo di promuovere le aziende agricole italiane che producono secondo principi di sostenibilità e bio-dinamicità. In due anni sono stati raggiunti oltre 6.500.000 utenti e di questi oltre 50.000 hanno scaricato l’app, rendendola la prima realtà del settore food in Italia.

La scoperta del territorio e delle eccellenze italiane in tema di qualità e di rispetto della natura rappresenta un patrimonio importante. Le oltre 2.500 aziende agricole inserite su iFoodies sono eccellenze del territorio e realtà molto apprezzate. Per questo motivo, attraverso gli iFoodies Award 2015 si è voluto premiare quelle realtà che hanno ottenuto un più elevato riscontro di gradimento sulla piattaforma, attraverso le preferenze degli utenti che l’hanno scaricata e hanno attribuito un “cuore” (l’equivalente del “like” di Facebook).

La classifica non intende stabilire un ranking di valori, piuttosto contribuire alla promozione della cultura del territorio e alla valorizzazione di quelle aziende medio/piccole che contribuiscono all’infinita ricchezza alimentare e culturale dell’Italia. Per il 2015, quindi, le tre aziende che hanno ricevuto il maggior numero di “like” sono state: Azienda Agricola San Patrignano, situata in una delle colline più belle di Rimini, con il mare sullo sfondo e le colline del Montefeltro alle sue spalle, terreni fertili e incontaminati che danno vita a prodotti sani (formaggi) e ricchi di sostanze nutritive; Azienda vitivinicola Valle Reale, che produce vini all’interno del parco nazionale dell’Abruzzo con lieviti indigeni, non filtrati, dove la natura fa il suo corso e l’uomo non forza i processi ma sapientemente aspetta; infine, al terzo posto Sabadì, azienda di Simone Sabaini che al contrario di molti fece il suo viaggio della speranza al contrario, dal nord all’estremo sud (a Modica, in Sicilia), per produrre un grande cioccolato.

Azienda Agricola San Patrignano
Prima classificata: Azienda Agricola San Patrignano.

EXTRA iFOODIES AWARD 2015
Con Extra iFoodies si è voluto premiare quella realtà, persona, istituzione o iniziativa che, a vario titolo, contribuisce a diffondere la cultura enogastronomica in Italia e nel mondo. iFoodies ha premiato così il tour “Lorenzo negli stadi 2015” di Jovanotti, perché per la prima volta in Italia un artista ha dato visibilità e sostegno alle tante piccole aziende agricole biologiche di qualità che vivono e producono nel nostro Paese.

Di città in città, attraverso l’app iFoodies, la giovane chef del tour MariaVittoria Griffoni ha selezionato i cibi più gustosi, sani ed etici che ha poi acquistato direttamente dai produttori e ha trasformato in piatti che hanno fatto felice l’intera carovana di artisti e tecnici.

SPECIALE MILANO
Una selezione di oltre 300 “locali del cuore”: intramontabili in qualche caso, appena aperti in altri. Posti di tendenza o dove si è fatta la storia della cucina italiana, gestiti dai più bravi chef italiani come da famiglie o gruppi di amici, impostati sulle ricette milanesi o aperti alla contaminazione totale. In comune hanno la qualità e la passione nel loro lavoro, che sia un piatto d’avanguardia, un hamburger o un cocktail.

Due le grandi sezioni della guida: Mangiare e Bere. Nella prima rientrano i ristoranti (divisi a loro volta per tipologia di cucina: creativa, classica, regionale, etnica), i sempre più diffusi bistrot, le paninerie dove si celebra anche il rito dell’hamburger, le pizzerie e i locali di street food che sono la novità delle ultime stagioni. Nella seconda spazio ai wine bar e ai pub – sempre più amati dai giovani – come ai caffè più suggestivi della città e ai cocktail bar, sempre più numerosi e spettacolari. Questi i locali che hanno ricevuto più cuori dagli utilizzatori dell’app: Ristorante Ratanà, Ristorante D’O, Pizzeria Dry, Carlo e Camilla in Segheria, Elita Bar, De Santis.

L’APP DI iFOODIES
iFoodies, disponibile per dispositivi mobile Android e iOS e realizzata in italiano e inglese, include oltre 2.500 aziende agricole dal nord al sud del nostro Paese. Un elenco di artigiani del buon cibo che oltre a produrlo lo vendono direttamente, in linea con il concetto del “chilometro zero” selezionato da Slow Food Editore. Si tratta di aziende agricole che lavorano nel rispetto della qualità e nella maggior parte dei casi che seguono una filiera ecosostenibile, con i rispettivi prodotti agricoli, dedicando una percentuale maggiore di attenzione alle realtà che producono: olio, confetture, succhi di frutta, formaggi, frutta, salumi e molti altri prodotti ancora.

Un progetto nato per offrire a tutte le realtà enogastronomiche diffuse sul nostro territorio le stesse opportunità che hanno avuto, in passato, le aziende agricole vitivinicole. Non vengono segnalate solo aziende biologiche e biodinamiche, ma anche artigiani che seguono la filosofia del buono, pulito e giusto e hanno un approccio alla sostenibilità intelligente. Le varie aziende vengono geolocalizzate tramite l’utilizzo delle API Google con appositi marker personalizzati, che portano alle relative schede di approfondimento dove sarà possibile reperire informazioni tecniche, tipologie dei prodotti, prezzi, foto e contatti.