Il 1.3 CDTI ecoFlex della nuova Opel Corsa ferma le emissioni a 82 g/km

La nuova versione disponibile da fine maggio registra anche consumi molto contenuti: 3,1 litri per 100 chilometri nel ciclo misto. Quanto basta per rientrare nella classe di efficienza A+ secondo la scala di valutazione utilizzata in Germania.

nuova opel corsa

La parsimonia dei consumi e il contenimento delle emissioni inquinanti sono aspetti sempre più importanti per i nuovi modelli di auto. Esigenze normative e maggiore attenzione del pubblico al portafoglio, infatti, spingono al progresso dei motori di ultimissima generazione. Lo dimostra la nuova Opel Corsa, che nella versione (disponibile da fine maggio) 3 porte 1.3 CDTI ecoFlex da 95 cv con Start/Stop, sistema di recupero dell’energia in frenata e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, abbinata al nuovo cambio Easytronic 3.0, ferma le emissioni di CO2 a soli 82 grammi per chilometro. Anche i consumi sono molto ridotti: 3,1 litri per 100 chilometri nel ciclo misto.

“Il nostro cambio robotizzato a cinque velocità montato sulla nuova Corsa è di sicuro interesse per i clienti più attenti ai costi che non intendono tuttavia rinunciare alla comodità del cambio automatico. In abbinamento al nostro diesel, la piccola Corsa diventa un mostro di efficienza, perfetta sia per i brevi spostamenti in città sia per i viaggi più lunghi”, Peter Christian Küspert, vice president sales & aftersales Opel Group.

Il diesel Opel da 95 cv profondamente rinnovato, con una coppia massima di 190 Nm da 1.750 a 2.500 giri e abbinato al turbocompressore di ultima generazione, mostra qualità dinamiche e di accelerazione superiori, anche ai bassi regimi. La pompa dell’acqua disattivabile e la pompa dell’olio a cilindrata variabile contribuiscono al raggiungimento di livelli esemplari di consumi e di emissioni inquinanti, ma non va dimenticato che un ruolo significativo spetta ai pneumatici a bassa resistenza al rotolamento specificamente sviluppati e al sistema Opel per il recupero dell’energia in frenata.

Grazie a queste innovazioni, la Corsa 3 porte registra emissioni di Co2 di 82 grammi per chilometro, 3 grammi in meno rispetto alla versione dotata di cambio manuale a cinque rapporti. Quanto basta per rientrare nella classe di efficienza A+ secondo la scala di valutazione utilizzata in Germania.

opel corsa easytronic 3.0

CAMBIO EASYTRONIC 3.0
Rispetto ai cambi automatici tradizionali, l’Easytronic 3.0 a cinque velocità si caratterizza per il minor peso e la riduzione degli attriti interni. Il cambio seleziona automaticamente la marcia che assicura il consumo inferiore, basandosi su una trasmissione manuale ottimizzata per i motori di piccola cilindrata.

Gli ingegneri Opel hanno sviluppato un set di ingranaggi specifico per questa trasmissione. Il rapporto al cambio particolarmente lungo tra le cinque marce riduce la velocità di rotazione del motore, per esempio in autostrada, e consente di avere un guadagno in termini di silenziosità. Inoltre, l’Easytronic 3.0 è dotato di modalità di “scorrimento” (creep) del veicolo, analoga a quella di un cambio automatico e utile per le manovre a bassa velocità.

Per permettere innesti più rapidi e fluidi, Opel ha lavorato ottimizzando la tecnica del cambio, operazione possibile grazie ai progressi compiuti su azionamenti, sensori e ingegneria di controllo, oltre che al completo rinnovamento del cambio manuale di base.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.