Fedele alla tradizione, ma con un nuovo stile essenziale. L’evoluzione Mini passa dal nuovo logo, che debutterà su tutti gli attuali modelli del marchio britannico a partire da marzo 2018. Il nuovo logo si ispira allo stile tridimensionale che esiste fin da quando, nel 2001, è stato rilanciato con successo il brand. Resta il motivo tradizionale della ruota alata con il nome del marchio, ma si può notare una cera somiglianza con l’emblema introdotto per la Mini classica a metà degli anni Novanta. A quel tempo, il nome del marchio appariva anche in lettere maiuscole al centro di un cerchio con ali stilizzate.

L’abbinamento dei simboli della ruota e delle ali risale ai primissimi anni della Mini, quando nel 1959 la British Motor Corporation lanciò la Morris Mini-Minor insieme alla Austin Seven. Nel primo caso il logo presentava un bue rosso e tre onde azzurre – il simbolo della città di Oxford – all’interno di un cerchio con due ali stilizzate a destra e a sinistra, mentre il modello gemello presentava un logo esagonale sopra la griglia del radiatore, mettendo in vista l’iscrizione del marchio e il suo emblema. Due ulteriori varianti apparvero anche sotto due altri nomi del marchio BMC, Wolseley e Riley.

Le “identità multiple” della Mini classica finirono nel 1969: da allora in poi il logo divenne un emblema classico che presentava un disegno astratto senza alcuna somiglianza con i simboli originari. Il cosiddetto scudo Mini venne utilizzato per decenni e il suo design adattato in diverse occasioni. Numerosi modelli speciali della Mini classica, infatti, furono dotati di logo disegnati di volta in volta, sebbene tutti fossero basati sullo stesso format.

La nuova edizione della Mini Cooper nel 1990 vide un ritorno al logo con design tradizionale e pochi anni più tardi, durante i preparativi per il rilancio del marchio che oggi appartiene al Bmw Group, si decise di ridefinire non soltanto l’identità Mini ma anche il suo logo, una ruota cromata e ali stilizzate che sono rimaste immutate per quasi 15 anni e che oggi si aggiornano per proseguire l’evoluzione del brand Mini.

SHARE
Arturo Salvo
Giovane, carino e in cerca di fortuna. Legge in continuazione, di conseguenza sente l'esigenza di dover scrivere. Ha un cane, un gatto e un pappagallo. Citazione preferita: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".