Tokyo – Tonfo clamoroso per l’auto nipponica che da 31 anni a questa parte non scendeva sotto quota 5 milioni. Le vendite di veicoli, infatti,hanno avuto in Giappone un calo del 9,3% nel 2009, a 4.609.255 unità.
I veicoli di cilindrata superiore a 660 cc hanno registrato, a causa della crisi, una contrazione del 9,1% (a quota 2.921.085), mancando l’obiettivo dei 3 milioni di pezzi per la prima volta in 38 anni. Le vetture più piccole, invece, hanno ceduto il 9,7%, a 1.688.170 di unità. A dicembre, le vendite si sono attestate a 372.608 unità (+21,6%). (ore 13:00)