Torino – Per celebrare il Centenario di Fondazione dell’Alfa Romeo l’Asi ha scelto di esporre ad Automotretrò di Torino due vetture realizzate su meccanica Alfa Romeo 6C 2500, realizzate da Castagna e Stabilimenti Farina su disegno di Michelotti.
Continua così quel filone dedicato ai grandi designer e carrozzieri italiani, iniziato proprio l’anno scorso ad Automotoretrò con le tre Fiat 1500 firmate Boneschi, Garavini e Pininfarina.
I due modelli scelti per Automotoretrò 2010, meritano particolare attenzione, si tratta come detto di una Coupè 6C 2500 prototipo del 1939 , di  Castagna e costruita successivamente in una piccola serie di 2 o 3 esemplari.
La vettura vanta un palmares di alto livello, è stata infatti  premiata tra il 2006 e il 2008 ben sei volte, a Goodwood,  Pebble Beach, Milwaukee, Chicago, Ludwigsburg e Moulhouse.
La seconda “ospite” dello stand AsiI, è invece un cabriolet disegnato da Giovanni Michelotti e realizzato dagli Stabilimenti Farina, che si caratterizza anche per il cruscotto disegnato da Mario Revelli Beaumont, del quale nel 2008 l’ASI,  ha curato una importante mostra.
La vettura è un modello unico di Michelotti; in allumino presentato  ai Saloni di Parigi e New  York  nel 1947 . Questo cabriolet 5 posti , fu realizzato su  telaio sport con passo di 3 metri e venne definito modello “extralusso” per Esportazione, per l’eccezionale qualità costruttiva.
Il  colore azzurro  è “alluminiato”. Gli interni sono in pelle grigio perla.
Da ricordare la presenza di un prototipo di “computer ” di bordo, che ne fa una vettura di altissimo prestigio in anticipo sui tempi.
Nel 1947 vinse i concorsi di eleganza: del Pincio a Roma, Montecarlo, Villa d ‘Este con il modello coupé, guidato dal futuro campione del mondo Nino Farina.
Nel 2003 ha vinto il concorso d’eleganza di Villa d’Este e di Cannes, nel 2004 ha vinto la Vuitton Classic a Waddesdon (Londra), il concorso d’eleganza a Ludwisbourg e a Spa  Francorchamps ha ottenuto il best in show.
Le due vetture fanno parte della collezione di Corrado Lo Presto e rappresentano la genialità dei designer italiani, abbinata alla raffinata meccanica Alfa creando così un connubio eccezionale.(ore 13:36)