Silverstone – I 18 vincitori (provenienti dai 17 Paesi) della sfida istituita da Nissan e PlayStation, combattuta sul simulatore di guida Gran Turismo appositamente ideato, si sono riuniti sul famoso circuito britannico di Silverstone, nel Northamptonshire, dove fino a mercoledì saranno sottoposti a una dura serie di prove di guida, fisiche e mentali volte a selezionare i due finalisti che dimostreranno di possedere più talento, determinazione e il potenziale più grande per diventare dei veri piloti sportivi professionisti. I due vincitori di Silverstone torneranno nuovamente nel Regno Unito per prendere parte a un programma intensivo di preparazione alla guida della durata di due mesi, nell’ambito del quale sosterranno un numero di gare sufficiente a raggiungere la qualifica necessaria per ottenere una licenza di guida professionale, oltre che per apprendere le tecniche e le abilità della guida sportiva. Al termine di questa fase, solo uno dei due finalisti verrà scelto per disputare una stagione intera di gare del Campionato Europeo GT4 Cup a bordo di una Nissan 370Z GT, a fianco di Alex Buncombe nel team Nissan PlayStation RJN Motorsport. I contendenti della GT Academy di Silverstone saranno capitanati e allenati da uno staff internazionale di istruttori di guida con in testa Rob Barff, che è chiamato anche a svolgere il ruolo di giudice accanto all’ex team manager di F1 Eddie Jordan, al campione di F1 e della 24 ore di Le Mans Johnny Herbert e a Sabine Schmitz, per due volte trionfatrice della 24 ore del Nürburgring. Ad attendere la giuria un compito molto arduo: restringere il campo da 18 a solo 2 piloti nel corso di cinque giorni. (ore 11:00)