Snetterton – Luca Lorenzini (Italia) e Jordan Tresson (Francia), vincitori della GT Academy 2010, tenutasi a Silverstone dal 26 febbraio al 2 Marzo, si sono confrontati con altri piloti “veri”, lo scorso fine settimana, nell’ambito della 750 Motor Club All Comers (classificandosi rispettivamente 10.mo e 11.mo) di Snetterton.
Grazie ai loro piazzamenti i due giovani hanno ricevuto importanti attestati (i cosiddetti “signature”) che permetteranno loro di ottenere la licenza internazionale per le competizioni sportive di categoria C.
La gara di Snetterton è la prima tappa di un programma di addestramento completo che li vedrà vivere nella contea di Oxfordshire a stretto contatto con il team RJN Motorsport per circa due mesi. I due piloti parteciperanno a una serie di gare nazionali con la speranza di riuscire a ottenere una licenza di guida internazionale prima dell’inizio del campionato europeo GT4. Tuttavia, soltanto uno di loro sarà selezionato per gareggiare per l’intera stagione a bordo di una Nissan 370Z da 400 bhp.
La gara di apertura della stagione della 750 MC a Snetterton si è rivelata una prova impegnativa per la coppia di piloti: i due sfidanti hanno corso a bordo di una 370Z standard con pneumatici da strada e hanno avuto qualche difficoltà con auto sportive scoperte dotate di gomme slick, del calibro delle Radical e delle Ginetta. Ciononostante, entrambi i piloti hanno impressionato positivamente il responsabile del team, Bob Neville che ha commentato: <<Sono soddisfatto dell’ottimo risultato iniziale. L’obiettivo era di abituarsi a correre in pista insieme ad altre auto. Il fatto che molte auto fossero più veloci delle nostre e dotate di pneumatici slick è servito a far prendere coscienza a Luca e Jordan di quello che stava loro intorno, in modo da correggere la direzione e permettere il sorpasso in sicurezza da parte delle altre vetture. Tutto questo rientra nelle abilità che un pilota deve possedere. La loro velocità era praticamente identica. Jordan è stato leggermente più veloce nelle qualifiche, mentre per una frazione di secondo Luca ha registrato il giro più veloce, terminando la gara in testa. Quello che apprezzo davvero – ha concluso – è il fatto che Luca e Jordan si stanno comportando come compagni di squadra, aiutandosi a vicenda. Con un solo posto in palio per gareggiare nel campionato europeo GT4 c’era il pericolo che fra i due potesse innescarsi una competizione e sono davvero contento che entrambi abbiano adottato lo spirito giusto>>.
Dopo aver corso sabato, i due piloti hanno partecipato alla gara di domenica in veste di “cerimonieri”: questa importante attività di apprendimento ha permesso ai due ragazzi di ottenere una “signature” extra, ulteriore passo in avanti verso l’importante traguardo della licenza di guida, che sommata a quella ottenuta nel corso della settimana a Silverstone in occasione del corso Advanced ARDS, fa salire il numero delle signature in possesso di entrambi i piloti a quota tre. (ore 14:23)